Tessera professionale europea: a chi spetta e come fare per ottenerla

Infermieri, farmacisti, fisioterapisti, agenti immobiliari e guide alpine potranno esercitare liberamente la loro professione in un altro paese dell'Unione europea

Ha lo scopo di rendere più facile il riconoscimento delle competenze e dunque di favorire il lavoro all’estero da parte dei cittadini della UE. Si tratta delle tessera professionale europea, che per il momento può essere richiesta solo da cinque categorie vale a dire infermieri, farmacisti, fisioterapisti, agenti immobiliari e guide alpine. Il vantaggio di questa tessera è che la sua richiesta può essere fatta interamente online utilizzando una procedura semplificata.

Come ottenerla
La prima cosa da fare per ottenere la tessera professionale europea è di andare sul sito del Mercato Unico Europeo nella sezione “documentazione” da cui si può scaricare un “Manuale dell’utente per la tessera professionale europea” e inviare titoli e diplomi necessari al rilascio della carta. Tutta la procedura può essere fatta utilizzando la lingua d’origine e non quella del paese ospitante.
Inviata la richiesta, bisogna attendere da sette a dieci giorni affinché i coordinatori dell’IMI provvedano all’esame dei titoli e dei diplomi e al rilascio della tessera professionale europea. Dopo il rilascio la tessera, in formato elettronico, avrà una durata di 18 mesi. Qualora la documentazione presentata fosse inadeguata o insufficiente, sarà l’autorità del paese ospitante ad esprimersi.

La tessera professionale europea consente di veder riconosciute le proprie competenze all’interno di un paese europeo indipendentemente dalla nazione di provenienza. Questo è possibile in virtù del sistema di riconoscimento dei titoli già in vigore ad esempio per infermieri e farmacisti. Per altre categorie professionali potrebbe essere richiesto invece un test attitudinale.

E se la persona che ha attivato la tessera professionale europea dovesse cambiare paese? Sostanzialmente il trasferimento in un’altra nazione non comporterà alcuna modifica in quanto tutti i dati resteranno sempre a disposizione sul sito per essere visionati dall’autorità del paese ospitante. Questo permetterà anche di creare banche dati utili per riconoscere eventuali impostori.

Immagini: Depositphotos

 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tessera professionale europea: a chi spetta e come fare per otten...