Terna sperimenta lo smart working, al via pacchetto nuovo welfare

(Teleborsa) – Terna, ha siglato un accordo con i sindacati di categoria Filctem-Cgil, Flaei-Cisl, Uiltec-Uil che introduce un nuovo pacchetto di gestione del welfare per le oltre 3.500 persone che lavorano nell’azienda su tutto il territorio nazionale.

Il nuovo sistema di welfare presenta per la prima volta, a titolo sperimentale per l’anno 2017, forme di welfare di produttività, anche per meglio cogliere le novità introdotte dalla Legge di bilancio 2017.

In particolare, entro il limite massimo di 3.000 e nel limite di reddito da lavoro dipendente di 80.000, il lavoratore potrà scegliere se fruire del premio di risultato in denaro oppure utilizzare l’importo del premio per beneficiare di uno o più beni o servizi di welfare messi a disposizione da Terna.

L’accordo prevede un’integrazione aziendale per l’anno 2017 pari al 12% sulle quote di premio che il lavoratore dovesse, su base volontaria, decidere di convertire in beni o servizi. Oltre al premio di risultato sono state concordate misure volte alla valorizzazione delle persone come ad esempio quelle per conciliare i tempi di vita e lavoro e per sostenere la genitorialità.

Sul tema del lavoro agile, il cosiddetto “smart working”, oggi diffuso in diverse realtà aziendali italiane, Terna avvierà, entro il primo luglio 2018, un progetto pilota.

Terna sperimenta lo smart working, al via pacchetto nuovo welfare