Stipendi migliori: ecco le aziende che pagano meglio in Italia

Quali aziende pagano gli stipendi migliori in Italia? Da Vodafone alle Poste, ecco la classifica delle compagnie più remunerative secondo i dati di JobPricing

Quali sono le aziende che offrono gli stipendi migliori in Italia? Molto dipende dall’inquadramento professionale. Per i top manager, Vodafone è l’azienda che offre le retribuzioni più alte rispetto alla media nazionale, seguita da McKinsey, Salini Impregilo e Poste Italiane.

In generale, i settori migliori per chi cerca un impiego da dirigente sono quello delle utility (gas, energia elettrica e acqua), quello dei beni di largo consumo e quello dei servizi informatici. Sono questi alcuni dei dati emersi dalla classifica delle imprese stilata da JobPricing per il 2016, in base alle retribuzioni offerte ai dipendenti.

La ricerca è stata condotta su un campione di oltre 400.000 lavoratori, attraverso la compilazione di un questionario anonimo. Grazie ai risultati raccolti, è stato possibile definire un indice (Company Salary Index) per confrontare le retribuzioni annue lorde con la media di mercato per un dato profilo. Per rendere i risultati più significativi, l’informazione fornita da ogni individuo è stata confrontata con il dato di mercato relativo alla posizione dichiarata nel questionario, contenuto nel database di JobPricing. Va sottolineato che i dati sono stati ricavati prendendo in considerazione soltanto aziende di grandi dimensioni, in modo da garantire il massimo livello di riservatezza ed anonimato.

Oltre ai ruoli dirigenziali, sono stati presi in esame anche i profili inferiori. Per quanto riguarda i quadri (ovvero quei professionisti che non gestiscono direttamente altre risorse), dividono il podio con UBI Banca due aziende appartenenti al settore delle telecomunicazioni, Cisco e Wind. Se si guarda agli stipendi degli impiegati con minime responsabilità manageriali, Barilla è l’azienda che offre la retribuzione più alta, seguita da P&G, Whirlpool e Luxottica. La Banca d’Italia è invece l’azienda migliore in cui lavorare per i livelli impiegatizi più bassi, con compiti operativi ed esecutivi.

Secondo le stime fornite da JobPricing, il quadro complessivo mostra una leggera crescita dei salari per i profili inferiori, dovuto agli adeguamenti contrattuali a livello nazionale e aziendale. L’incremento registrato nelle busta paga di impiegati e operai si aggira intorno all’1,5-2%. Per contro è stato registrato un decremento nelle retribuzioni delle figure dirigenziali: gli stipendi di quadri e manager sono infatti calati di circa 3 punti percentuali nel corso del 2015. Deflazione e scivoli per l’uscita dalle aziende sono state identificate come le cause principali di questa tendenza.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Stipendi migliori: ecco le aziende che pagano meglio in Italia