Stipendi, nel 2009 sono cresciuti del 3%

Aumento in frenata rispetto al +3,5% registrato nel 2008

Aumento tendenziale medio del 3% delle retribuzioni, con un tasso d’inflazione inferiore dello 0,8%. Un risultato a cui ha contribuito anche l’incremento dello 0,1% e delle retribuzioni orarie contrattuali registrato a dicembre in sei contratti. Lo rivela l’Istat che registra anche un rallentamento della crescita dei salari rispetto al 2008, caratterizzato da un + 3,5%.

Gli incrementi più elevati hanno interessato i settori acqua e servizi di smaltimento rifiuti e metalmeccanica (entrambi 4,2%), alimentari bevande e tabacco (4%), tessili, abbigliamento e lavorazioni pelli (3,9%). Aumenti più contenuti riguardano: trasporti, servizi postali e attività connesse (1,4%), agricoltura (1,6%), pubblici esercizi e alberghi (1,8%) ed edilizia (2%). La variazione dell’indice delle retribuzioni orarie è nulla per i contratti telecomunicazioni, militari-difesa, forze dell’ordine e attività dei vigili del fuoco.

Alla fine di dicembre, informa l’Istat, sono in vigore 59 accordi che regolano il trattamento economico di circa 11,7 milioni di dipendenti. Ad essi corrisponde un’incidenza, in termini di monte retributivo, pari all’88%.
Invece, risultano in attesa di rinnovo 19 contratti che corrispondono al 12% del monte retributivo totale e che coinvolgono circa 1,3 milioni di dipendenti.

La stagione contrattuale del 2009 è stata caratterizzata dal rinnovo di 23 accordi a cui sono associati poco più di 5,5 milioni di lavoratori dipendenti a cui corrisponde un monte retributivo pari al 43,3% di quello totale. A livello settoriale, cinque contratti appartengono all’industria, otto ai servizi privati e dieci alla pubblica amministrazione. Degli accordi recepiti, sei sono relativi alla parte normativa quadriennale, dieci al secondo biennio economico. Dei sette rimanenti, sei (alimentari, olearie, carta e carto-tecnica, chimiche, metalmeccaniche telecomunicazioni) sono stati rinnovati secondo il nuovo modello contrattuale, introdotto nel gennaio 2009, per un totale di circa 2,9 milioni di lavoratori.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Stipendi, nel 2009 sono cresciuti del 3%