Startup nel Lazio: tutti gli incentivi pubblici

Avviare una start up nel Lazio: tutte le indicazioni necessare sugli incentivi economici messi a disposizione dal governo della Regione per i giovani che vogliono concretizzare il loro sogno dando vita alla propria azienda o attività commerciale

Avviare una start up nel Lazio? Da oggi è possibile grazie agli incentivi finanziari messi a disposizione di diverse regioni italiane dal governo nazionale. Il piano di finanziamenti rientra nel programma di Governo, che negli ultimi anni è stato molto attento nel fornire sostanziose risorse per tutti coloro i quali siano desiderosi inserirsi nel mondo del lavoro portando avanti un progetto o un’idea che possa concretizzarsi in un’attività redditizia.

Oltre ai sostanziosi finanziamenti e agli incentivi fiscali promossi dal Governo, i giovani desiderosi di avviare una start up[/iol_link] possono fare affidamento anche sulle risorse messe a disposizione dall’Unione Europea col programma per le politiche giovanili e d’inserimento nel mondo del lavoro e nel microcredito che alcune banche e istituti finanziari sono pronti a mettere a disposizione. A completare il quadro ci sono poi i bandi regionali, a cui tutti possono partecipare preparando il loro progetto e sottoscrivendosi al bando che la propria regione emanerà.

Il bando di Lazio Innova prevede di ottenere investimenti con capitale di rischio pubblico. La Regione Lazio[/iol_link], il cui presidente Nicola Zingaretti ha molto insistito per l’agevolazione di questi finanziamenti, metterà a disposizione una cifra intorno ai 6,4 milioni di euro. Questi soldi verranno dedicati al supporto del mercato dei venture capital con un intervento diretto dell’ente regionale nel capitale delle start up presenti sul territorio della regione Lazio insieme a investitori privati e indipendenti.

Questi finanziamenti regionali si affiancano all’intervento di alcuni investitori privati, pronti a inserire capitale fresco nelle casse delle start up ottenendo così agevolazioni e sgravi fiscali non solo dalla Regione ma anche dal Governo. I capitali destinati a imprese e start up arrivano direttamente dal Fondo POR I.3, finanziato tramite le risorse pubbliche regionali, nazionali e comunitarie del POR FESR 2007/2013 per un totale netto 24 milioni di euro. Stando alle politiche lavorative e giovanili delineate dai vertici dell’ Unione Europea, i finanziamenti del Fondo possono essere investiti solo ed esclusivamente lavorando con co-investitori svincolati dal settore pubblico e che hanno investito le loro risorse nei capitali di start up e aziende che hanno appena mosso i loro primi passi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Startup nel Lazio: tutti gli incentivi pubblici