Il tempo è danaro: come smettere di rimandare tutto

Smettere di rimandare: l'arte del procrastinare è, da sempre, uno stile di vita che colpisce la maggioranza della popolazione che tende, senza indugi, al dolce far niente

Smettere di rimandare tutto e cominciare a darsi da fare dovrebbe essere la parola d’ordine caratteristica di ogni essere umano. Invece no! Oggi, più che mai, le persone preferiscono la passività, e rimandano a poi tutto ciò che, invece, si potrebbe fare subito. Questo stile di vita arreca danni alla produttività, fisica o mentale, poiché comporta scompensi a livello psicologico facendoci sentire dei completi fannulloni. Ma prima di approfondire il discorso, è doveroso fare una netta distinzione tra l’ozio e la procrastinazione, che spesso si confondono. L’ozio è un’occupazione prettamente consacrata alla ricerca intellettuale, la procrastinazione è un continuo rimando a un altro momento, nonché un meccanismo di difesa. Entrambi i termini derivano dal latino.

Oramai, come smettere di rimandare tutto è un mistero risolto, grazie a tutti gli studi effettuati a riguardo. Difatti, le persone si pongono in maniera differente nei confronti del differimento e reagiscono di conseguenza, anche se la conclusione è la medesima: non riuscire a concludere nulla. Tale incapacità di reagire miete vittime ovunque; spesso è decisamente più semplice sedersi su una poltrona e adagiarsi su fantomatici allori, fantasticando su un domani fatto di rinvii e scadenze. Un atteggiamento malsano, assolutamente da curare, che comporta ansie e paure, specialmente quella di non farcela, di non avere le capacità, di non essere all’altezza. E così si proroga, facendo macinare al cervello una serie di pensieri capaci di mandare in tilt un intero plotone di geni! Gli psicologi sostengono che essa sia fortemente correlata all’aspetto cognitivo che caratterizza ogni singolo individuo, come il perfezionismo o la paura dell’insuccesso, ragion per cui esistono due categorie di procrastinatori: quelli rilassati e quelli preoccupati.

Un modo per smettere di rimandare qualsiasi cosa esiste. Ovvio, non si tratta di un metodo scientifico capace di distruggere tutte le forme pericolose di dilazione esistenti, ma se applicato con cura e costanza potrebbe produrre esiti positivi. Parliamo del decalogo del viver bene che non include attività di tipo fisico, ma piuttosto mentali e filosofiche che inducono a vedere il proverbiale bicchiere mezzo pieno! Per cui, procrastinatori seriali abbandonate il vostro divano, i vostri pensieri negativi e riprendete la vita da dove vi eravate fermati. La pigrizia è l’alleata numero uno delle vostre cattive abitudini.

Il tempo è danaro: come smettere di rimandare tutto