Smart working, quale impatto sulla sicurezza informatica delle aziende?

Con l'emergenza il numero di dipendenti che lavorano a distanza è aumentato a gran velocità: tanti ancora le zone d'ombra

L’emergenza sanitaria da coronavirus ha spinto molte aziende a pratiche di smart working per i propri dipendenti. Quali rischi si celano dietro l’impiego di dispositivi personali per l’accesso privilegiato ai dati sensibili societari?

Il numero di dipendenti che lavorano a distanza è aumentato a gran velocità e dunque potrebbe essere difficile fornire loro un accesso sicuro ai dati e ai sistemi esterni della rete aziendale.

A tal proposito CyberArk, società specializzata in soluzioni di sicurezza informatica per le aziende, ha tirato le somme su questo pericoloso scenario.

Dall’indagine, condotta alla fine di aprile 2020, che mirava a valutare lo stato della sicurezza del lavoro da remoto, è emerso un quadro preoccupante: più della metà dei dipendenti infatti utilizza dispositivi “BYOD” (Bring Your Own Device), ovvero politiche aziendali che consentono l’impiego di dispositivi personali per lavoro, con conseguente accesso non sicuro alle informazioni della società.

Lo studio ha inoltre rilevato che i rischi per la sicurezza informatica aziendale diventano ancora più elevati quando si tratta di genitori che lavorano da casa. Più del 90% ha riutilizzato le password per applicazioni e dispositivi, circa il 30% ha ammesso di consentire ad altri componenti della famiglia di utilizzare i dispositivi aziendali per attività come scuola, gioco e shopping, mentre poco meno del 40% salva in modo non sicuro le password nei browser sui propri dispositivi aziendali.

Secondo CyberArk sarebbe fondamentale aggiornare le strategie di sicurezza informatica per adattarsi a questo nuovo panorama dinamico di minacce, soprattutto quando si tratta di salvaguardare le credenziali privilegiate dei lavoratori remoti che, se compromesse, potrebbero lasciare scoperti i sistemi e le risorse aziendali più critiche.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Smart working, quale impatto sulla sicurezza informatica delle aziende...