Smart working per 500 lavoratori delle Ferrovie dello Stato

I dipendenti potranno lavorare da casa o in qualsiasi luogo da loro scelto, da un minimo di 4 fino a un massimo di 8 giornate al mese non frazionabili

Al via per i dipendenti delle Ferrovie dello Stato una sperimentazione di smart working. Ad annunciare l’accordo, una nota dell’azienda nella quale si precisa che l’intesa consentirà ad alcune categorie di dipendenti di scegliere, in determinati giorni della settimana e secondo modalità specifiche, orario e luogo di lavoro, concordandolo direttamente con il proprio responsabile.

In particolare, il progetto coinvolgerà 500 dei 70 mila dipendenti, scelti su base volontaria, che potranno lavorare da casa o in qualsiasi luogo da loro scelto, da un minimo di 4 fino a un massimo di 8 giornate al mese non frazionabili. La sperimentazione durerà un anno e partirà a settembre dalle sedi di Roma, ma l’obiettivo è di estenderlo e farlo diventare una modalità di lavoro permanente.

“Con questo accordo anche Fs Italiane introduce nuove modalità lavorative che la avvicinano ad altre aziende leader che già lo fanno”, ha sottolineato Mauro Ghilardi, direttore centrale Risorse Umane e Organizzazione di Fs Italiane- “questa sperimentazione ci consente di calibrare lo smart working sulla nostra realtà aziendale e trovare formule innovative anche sul versante tecnologico e organizzativo, per aumentare flessibilità e compatibilità con esigenze personali e risultati”.

Tutti i lavoratori sceglieranno volontariamente se partecipare, e in busta paga non ci saranno differenze economiche. “Uno degli obiettivi – spiega Ghilardi – è andare a valutare le performance di ognuno per quello che produce e aldilà del tempo passato in ufficio”.

Flessibilità di orario e riprogettazione degli spazi fisici arrivano insomma anche in una delle più grandi controllate pubbliche (di proprietà del Tesoro) dopo che altre grandi aziende private come Microsoft, Barilla, American Express e Ferrero hanno già avviato progetti di smart working.

Leggi anche:
Telelavoro e smart working: che differenza c’è
Smart working, arriva il diritto di disconnessione da email e smartphone
Smart working, aumenta la produttività ma anche le ore di lavoro
Smart working, il telelavoro si trasforma
Niente orari nè ufficio, contano i risultati: fenomeno ‘smart working’. E in Italia…

Smart working per 500 lavoratori delle Ferrovie dello Stato