Si cercano donatori di voce per audiolibri: come candidarsi

Cosa fare per candidarsi come donatore di voce per audiolibri per non vedenti

Se ti piace leggere ad alta voce e aiutare chi ha difficoltà nel farlo, l’idea di offrirti come volontario potrebbe essere quello che stai cercando.

L’iniziativa arriva direttamente da una regione del Mezzogiorno dove l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Consiglio Regionale della Puglia, è alla ricerca una persona che possa prestare la sua voce per la lettura di racconti e libri.

La vista è uno dei cinque sensi e insieme a tutti gli altri, riveste un ruolo fondamentale nello svolgimento delle attività quotidiane. Tuttavia, non vedenti, ma anche ipovedenti e anziani che con l’avanzare dell’età hanno subìto un calo importante della vista, riscontrano difficoltà importanti nella lettura di un testo.

In questo senso, gli audiolibri rappresentano un valido supporto per la lettura, ma per realizzarli sono necessarie “voci” che leggano il contenuto del libro. Se da una parte figurano voci professionali come quelle di attori e doppiatori che prestano la loro voce per lavoro, dall’altra ci sono anche “volontari donatori di voce” che attraverso l’uso di strumenti forniti dal Centro regionale dell’audiolibro, registrano testi richiesti dagli utenti come ad esempio libri di narrativa, appunti o dispense, testi universitari. Inoltre viene affidata ai volontari, anche la produzione di periodici settimanali o mensili o opuscoli e libretti di istruzione di apparecchi elettrici.

Come si legge dal sito di riferimento dell’Unione Italiana dei ciechi e degli ipovedenti – Onlus Consiglio Regionale della Puglia, è attivo proprio presso l’Unione, il Centro regionale dell’audiolibro. Si tratta di un polo che vuole rendere “la cultura più accessibile” e che in virtù di questo, offre i suoi servizi non solo a non vedenti, ipovedenti e ai cittadini pugliesi e stranieri residenti nella Regione, ma anche alle istituzioni scolastiche. Sono comprese anche biblioteche, università, ASL, istituti specializzati nell’assistenza di disabili, ma anche organizzazioni di volontariato e famiglie.

Cosa fare per candidarsi come donatore di voce per audiolibri

Per partecipare alla selezione, l’aspirante donatore deve inviare una mail all’indirizzo donalatuavoce@uicibrindisi.it allegando:

  • i propri dati personali tra cui nome, cognome, indirizzo e numero di telefono;
  • una media della propria disponibilità mensile e settimanale per effettuare le registrazioni;
  • il proprio genere preferito nella lettura;
  • se si è in possesso di strumentazione idonea per la registrazione.

Oltre a ciò, sarà necessario inviare una demo vocale della propria voce della durata di circa 3 minuti di registrazione, utilizzando qualsiasi tipo di strumento adatto al caso, in qualsiasi formato e leggendo qualsiasi stralcio di libro.

Per ricevere ulteriori chiarimenti, è possibile contattare i numeri 0831 526105 o 329 6826213 dal lunedì al venerdì, dalle ore 09.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00.

Si cercano donatori di voce per audiolibri: come candidarsi