Servizio civile, al via due nuovi bandi per 1400 posti

Arrivano due nuovi bandi per il servizio civile, rivolti a giovani tra i 18 e i 29 anni, studenti o lavoratori part-time da occupare in progetti di volontariato

Al via due nuove bandi per il servizio civile per 1411 posti di volontario. Una possibilità in più per i giovani tra i 18 e i 29 anni, studenti o lavoratori part-time da occupare in progetti di volontariato. Lo rende noto il Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile.

A CHI SONO RIVOLTI – I due bandi sono rivolti a giovani tra i 18 e i 29 anni, studenti o lavoratori part-time. Il servizio richiede venticinque ore a settimana per un massimo di 433 euro esentasse e pure contributi.

I BANDI – Il primo è un bando di selezione per complessivi 860 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale in Italia, di cui 757 per l’accompagnamento dei grandi invalidi e dei ciechi civili, 52 per progetti approvati dalla Regione Campania e 51 relativi a progetti autofinanziati dalla Regione Sardegna.
Il secondo è un bando per la selezione di 551 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale di cui 490 in Italia e 61 all’estero, dando completa attuazione a tutti i progetti già inseriti in graduatoria e non messi precedentemente a bando.

BANDO PER STRANIERI – “E’ anche grazie all’impegno del governo nel rendere disponibili ulteriori risorse finanziarie – dichiara con soddisfazione il sottosegretario al Lavoro, Luigi Bobba – che oggi pubblichiamo due bandi per la partenza di oltre 1.400 volontari: più di 550 per progetti in Italia e all’estero; più di 750 impiegati in progetti per l’accompagnamento dei grandi invalidi e dei ciechi civili, a dimostrazione che il sistema Servizio civile nazionale è sempre attento e vigile verso queste categorie; non viene trascurato l’ambito regionale che vede ulteriori 52 posti per progetti nella Regione Campania e ulteriori 51 per progetti nella Regione Sardegna autofinanziati dalla stessa Regione”.
Il bando per stranieri invece, spiega Bobba, coinvolgerà altri 3 mila giovani, che abbiano lo status di rifugiati. “E’ stato messo a punto con il ministero dell’Interno e sarà finanziato con i soldi dell’Unione europea. Prenderà il via dal 2018”.

COME PARTECIPARE – Chi è interessato a partecipare può presentare domanda, in forma cartacea direttamente all’Ente a cui è interessato, entro il 20 novembre. Tutte le indicazioni sono sul sito del governo gioventuserviziocivilenazionale.gov.it.

Leggi anche:
Servizio civile universale, al via il bando per il 2018
Boom di richieste per il servizio civile, rimedio contro la disoccupazione
Un anno ben speso: cos’è il Servizio Civile
Servizio civile: chi vi può partecipare

Servizio civile, al via due nuovi bandi per 1400 posti