Servizio Civile 2016: il bando per 35 Mila volontari scade a Giugno

Il Servizio Civile Nazionale cerca 35.203 volontari: ecco come candidarsi, quali sono i requisiti e a quanto ammonta la retribuzione spettante per il lavoro in Italia e all'estero

Con il nuovo bando relativo al Servizio Civile si vuole raggiungere l’obiettivo di aumentare il proprio organo operativo così da avere maggiore copertura sul territorio italiano. In particolar modo si è alla ricerca di più di 35 mila volontari da poter inserire nei gruppi già esistenti a livello regionale. Ciascun ente territoriale si è posto un limite massimo di persone che potranno accedere, in caso di esito positivo, all’organo di volontariato. Ad esempio, il Servizio Civile in Toscana ammetterà 607 unità che potranno diventare parte attiva dei progetti previsti per l’anno in corso. 

Per poter presentare la domanda, è necessario far riferimento a ciascuna regione, in quanto ognuna ha pubblicato uno specifico bando di concorso. Affinché la richiesta per entrare a far parte del Servizio Civile sia valida, il candidato dovrà possedere almeno uno dei seguenti requisiti:
– cittadinanza italiana;
– cittadinanza in uno dei Paesi facenti parte dell’Unione Europea;
permesso di soggiorno regolare.

Inoltre, per l’aspirante volontario del Servizio Civile è fondamentale il non aver ricevuto alcuna pena detentiva di durata superiore a un anno o condanne di reclusione per reati minori (porto, importazione o esportazione illecita di armi, favoreggiamento di delitti, atti terroristici o della criminalità organizzata, ecc…). Entrando a far parte del Servizio Civile, il volontario perseguirà specifici obiettivi volti alla formazione civica, culturale e sociale, che permetteranno di raggiungere traguardi più grandi applicando i principi che sono posti alla base di tale organo.

In particolar modo, ciascun membro opererà in campi legati alla protezione del patrimonio artistico, culturale e ambientale. Tale attività si portà svolgere sia in ambito nazionale che internazionale e, sulla base di ciò, il volontario potrà ricevere delle maggiorazioni che verranno applicati sulla retribuzione minima di 433,80 euro. Esercitando, dunque, il servizio di volontariato all’estero, si ha diritto a delle indennità giornaliere che variano in base alla zona o al Paese. Ad esempio, se l’operato viene svolto in Europa, Nord America o Giappone, l’ente corrisponderà al giorno 15 euro ai quali vanno aggiunti 30 euro per colmare le spese di vitto e alloggio che il volontario dovrà sostenere.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Servizio Civile 2016: il bando per 35 Mila volontari scade a Giugno