Scuola, sarà un altro anno di supplenze record

(Teleborsa) – Anche il nuovo anno scolastico, che sta per prendere il via, sarà un altro anno con un record di supplenze, per coprire le ore rimaste scoperte. 

Nel computo delle cattedre da coprire vanno considerati 55 mila supplenti che dovranno colmare l’organico di fatto, di cui 30 mila su sostegno (destinati ad aumentare per effetto delle sentenze favorevoli agli alunni disabili). Lo rivela il sindacato della scuola Anief, aggiungendo che ci sono altri 10 mila docenti chiamati a sostituire colleghi con altri incarichi, comandi, distacchi, permessi speciali, più il nodo delle classi di concorso scoperte: almeno 15 mila. Mancano inoltre insegnanti di sostegno di Matematica e di Spagnolo, soprattutto al Nord.

“Quest’anno a rendere la situazione più complicata – afferma – c’è la decisione di prorogare le operazioni di nomina di quindici giorni, con la didattica che partirà a ritmi blandi”.

“Il problema – sottolinea il presidente del sindacato, Marcello Pacifico – si poteva superare con una verifica nazionale delle cattedre effettivamente vacanti, oggi bloccate fino al 30 giugno e permettendo ai docenti abilitati della seconda fascia d’istituto di entrare nelle Graduatorie ad Esaurimento, perché il 70% dei supplenti annuali proviene proprio delle graduatorie di seconda fascia delle scuole”.

“È una questione – aggiunge – che rimane aperta e che con il passare del tempo non potrà che aggravarsi, perché questi docenti accumulano titoli, esperienza e anzianità di servizio, lavorando stabilmente nella scuola”.

Scuola, sarà un altro anno di supplenze record