Scuola: educazione civica potrebbe diventare obbligatoria. Come funzionerà

Presentato un disegno di legge che prevede 33 ore obbligatorie nella scuola per l’educazione civica

Lo studio dell’educazione civica a scuola è sempre stato un tema molto dibattuto.

Le ore a disposizione per l’insegnamento di questa disciplina sono ridotte all’osso e lo stesso discorso è valido sia per la geografia che per la storia. Solo qualche mese fa il sindacato dell’Anief era intervenuto chiedendo una modifica al piano di revisione della storia prevista nel nuovo piano settimanale negli istituti professionali, insieme alla proposta di inserimento immediato dell’educazione civica in tutte le classi scolastiche.

A proposito di educazione civica nelle scuole, Matteo Salvini, Lorenzo Fontana e Marco Bussetti (Ministro dell’Istruzione) hanno presentato un progetto di Legge che vede questa disciplina come una materia “obbligatoria in tutte le scuole italiane”, ovvero dalla materna fino alle superiori.

Bisognerà poi attendere gennaio 2019 perché la proposta di legge venga presentata alla Camera.

Cosa prevede il progetto di legge

Se nella scuola materna è prevista la presentazione di “progetti di Educazione civica”, nella primaria saranno inserite 33 ore annuali obbligatorie e sulle quali verterà una valutazione delle conoscenze apprese in corso, a partire dal terzo anno delle scuole elementari. Al termine invece del triennio delle scuole medie e del biennio delle superiori, sono previste delle certificazioni “soft skills”. Non è tutto: questa disciplina sarà materia di colloquio dell’esame finale di terza media e della maturità. A tal proposito, si contempla che nel corso degli orali della maturità 2019, verranno accertate “le conoscenze e le competenze maturate nell’ambito delle attività di Cittadinanza e Costituzione”. Il Ministro Bussetti ha apportato tra l’altro, una serie di novità che coinvolgono gli scritti e gli orali – come l’eliminazione della storica tesina – e che entreranno in vigore già dagli esami di maturità del prossimo anno.

Quali sono le materie oggetto di studio

Nel corso della conferenza stampa in cui è stata presentata la proposta di legge, Bussetti ha dichiarato il suo forte desiderio di inserire l’educazione civica in maniera obbligatoria nelle scuole, specificando: “Dobbiamo insegnare agli studenti i valori della legalità, del rispetto della legge e delle regole”.

Saranno oggetto di studio da parte dei ragazzi materie quali: educazione stradale, nozioni di legalità e costituzione, bullismo e cyberbullismo, educazione ambientale, la dipendenza da alcol e sostanze stupefacenti. È inoltre previsto lo stanziamento di una somma pari a circa 1 milione di euro destinata alle migliori pratiche scolastiche, in occasione della Festa della Repubblica.

Scuola: educazione civica potrebbe diventare obbligatoria. Come f...