Scuola, concorso abilitati: orali a maggio

(Teleborsa) – Previsti a maggio i colloqui non selettivi del concorso riservato aidocentiabilitati della scuola secondaria.

Intanto il sindacato della scuola Anief si chiede in base a quale motivazione il servizio svolto nella scuola dell’infanzia e primaria non può essere utile ad innalzare il punteggio delle graduatorie regionali per il concorso riservato ai docenti abilitati della scuola secondaria, indetto con DG il 1° febbraio 2018 e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 14? L’Anief lo chiederà al giudice, patrocinando gli inevitabili ricorsi che si produrranno per l’ennesima scelta errata prodotta da un Ministero dell’Istruzione sempre meno lungimirante.

“Ogni giorno che passa – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale del sindacato – ci troviamo quasi imbarazzati a riscontrare errori e dimenticanze contenute nel bando di concorso riservato ai docenti abilitati. Non solo, si tratta di una tornata concorsuale che lo Stato poteva benissimo risparmiarsi, visto che si andrà a formare l’ennesima graduatoria di cui nessuno sentiva il bisogno. Adesso, scopriamo anche che le supplenze svolte in un livello scolastico inferiore equivalgono al nulla: è una decisione che non comprendiamo. Vorrà dire che anche stavolta il Miur lo spiegherà ai giudici e dovrà essere anche molto convincente, perché – conclude il sindacalista – ci sono una normativa europea e una Costituzione che parlano chiaro”.

Scuola, concorso abilitati: orali a maggio