Scuola al via con i ben noti problemi: mancano supplenti e sostegno

(Teleborsa) – Nuovo anno al via ed è sempre emergenza supplenti: 1 ogni 8 docenti. Situazione critica soprattutto al Nord e per il sostegno.

E’ di nuovo allarme per la mancanza di supplenti ed insegnanti di sostegno a scuola: solo a Milano mancano 1.400 docenti di sostegno, quasi tutti alla primaria e alle medie; a Mantova sono assenti tra i 250 e i 300 docenti, appartenenti in prevalenza a matematica, italiano e sostegno; in Veneto scarseggiano i professori di Matematica e Scienze alle medie; anche in Liguria le cattedre di sostegno scoperte non mancano (vuote 603 cattedre di sostegno su 1.320). Ma sul sostegno ci sono realtà difficili anche al Sud: in Sicilia quasi 5 mila posti in deroga che andranno in larghissima parte ai precari.

Malgrado le rassicurazioni del Miur, inoltre, le 90 mila supplenze annuali non verranno esaurite entro il prossimo 15 settembre. Preoccupa la situazione della Lombardia.

Per il sindacato della scuola Anief, è stata largamente insufficiente la trasformazione di 16 mila cattedre dall’organico di fatto a quello di diritto per vincere la supplentite.

“A ben poco è servita la riforma della Buona Scuola. Come male organizzate sono state le 52 mila immissioni in ruolo, visto che tra le 15 mila e le 20 mila sono andate perse perché gli abilitati della seconda fascia d’istituto sono stati lasciati fuori da GaE, peraltro nemmeno colpevolmente aggiornate”, ricorda il Presidente del sindacato Marcello Pacifico.

Scuola al via con i ben noti problemi: mancano supplenti e sosteg...