Sanità: sbloccate le assunzioni, ora decreto legge

Il governo elimina il tetto di spesa per le assunzioni nella sanità con un decreto legge che verrà approvato prossimamente dal Consiglio dei ministri

Sbloccate le assunzioni nella Sanità. È in arrivo un decreto legge per superare il tetto di spesa per le assunzioni nel Servizio Sanitario Nazionale.

Ad annunciarlo è stata il ministro per la Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno che ha ammesso che “nella sanità un problema c’è” ma le carenze del personale medico non sono collegabili ai pensionamenti dovuti a Quota 100.

“Con un decreto legge che verrà approvato prossimamente dal Consiglio dei ministri è stato finalmente eliminato l’obbligo di rispettare il tetto di spesa relativo all’anno 2004″, ha detto il ministro.

“Le carenze del personale medico non sono state originate – ha spiegato Bongiorno – dall’entrata in vigore di Quota 100, bensì dalla scelta fatta dai precedenti governi di imporre agli enti del servizio sanitario nazionale il contenimento, fino all’anno 2020, della spesa per il personale”.

Spesa ancorata a quella sostenuta nell’anno 2004 e ridotta dell’1,4%, ha aggiunto il ministro. Tuttavia, ha aggiunto, “Questo problema è stato già affrontato e risolto con una specifica disposizione nel decreto Quota 100, che prevede per gli enti del servizio sanitario nazionale di conteggiare ai fini delle nuove assunzioni anche le cessazioni effettuate in corso d’anno”. Inoltre in Cdm arriverà a breve il superamento del vincolo di spesa, ha assicurato.

Sanità: sbloccate le assunzioni, ora decreto legge