Riparte la scuola, boom di precari

Per 8,5 milioni di studenti italiani parte un nuovo anno scolastico, ma difficilmente lo stesso accadrà per gli oltre 850mila insegnanti attesi in cattedra

Mancano pochi giorni all’inizio della scuola: si comincia giovedì nella Provincia autonoma di Bolzano, seguita lunedì 9 dal Piemonte e via via da tutte le altre regioni. Ultima la Puglia, i cui studenti cominciano il 18 (vedi qui il calendario scolastico regione per regione).

Per 8,5 milioni di studenti italiani parte un nuovo anno scolastico, ma difficilmente lo stesso accadrà per gli oltre 850mila insegnanti attesi in cattedra.

Tra graduatorie esaurite, prof che non si trovano, precari e supplenti, l’anno scolastico non partirà per tutti, perché mancano all’appello 20 mila Ata, 2 mila Dsga e quasi 200 mila insegnanti. Per i docenti è un numero stratosferico: più del 20 per cento di tutta la categoria, oltre il doppio della già alta media nazionale di precari nell’amministrazione pubblica. Sono tutti precari ancora in attesa di nomina. Molti non arriveranno nemmeno per l’inizio delle lezioni, denuncia l’Anief, costringendo i dirigenti scolastici a nominare dei supplenti temporanei, in attesa della nomina annuale. E questa, in un numero sempre maggiore di casi, si assegnerà a supplenti alle prime armi, senza formazione sull’insegnamento, i cosiddetti Mad.

“Per diverse settimane i presidi, compresi quelli neo assunti, dovranno sobbarcarsi un onere di lavoro non indifferente – dice Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – perché saranno impegnati alla disperata ricerca dei candidati a coprire tante cattedre vuote: solo che dovranno farlo, in molti casi, con precari che non risultano presenti nemmeno in graduatoria ma hanno presentato una semplice domanda al preside e questi lo nominerà. Non prima, però, di averne ‘comparato’ le caratteristiche, ha fatto sapere genericamente il Miur”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Riparte la scuola, boom di precari