Scuola: quali sono i requisiti e le prove del concorso per la scuola secondaria

Concorso scuola secondaria 2019: requisiti e prove del concorso

Arrivano gli ultimi aggiornamenti su uno dei concorsi più attesi dell’anno, quello per la scuola secondaria.

Dopo i numerosi dubbi che hanno attanagliato gli aspiranti insegnanti negli scorsi mesi, arrivano le prime indicazioni direttamente dal Ministro dell’Istruzione, Bussetti.

Il bando di concorso è infatti quasi pronto dichiara il Ministro, mancano solo le ultime autorizzazioni del MEF per poter procedere. L’idea – stando a quanto già comunicato – è di pubblicare il bando entro la prossima estate per poi espletare le prove a partire dall’autunno. In questo modo le prime immissioni in ruolo potranno già avvenire dal prossimo anno scolastico, cioè da settembre 2020.

Nel frattempo, sono stati indicati i requisiti di accesso da possedere al momento dell’uscita del bando e quali saranno le prove del concorso per la scuola secondaria 2019.

Il numero di posti richiesti dal MEF ammonta a 48.536 e di questi, 8.941 sono destinati al sostegno.

Concorso suola secondaria 2019: quali sono i requisiti

Per accedere al concorso per i posti comuni sarà necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • laurea magistrale o a ciclo unico (in alternativa diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, o un titolo equipollente in linea con le classi di concorso vigenti dalla data di pubblicazione del bando) o anche abilitazione alla classe di concorso di proprio interesse;
  • 24 CFU acquisiti nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche o abilitazione per un’altra classe di concorso (resta comunque il possesso del titolo di accesso alla classe di concorso ai sensi della normativa vigente) o laurea + 3 annualità di servizio (anche non continuative su posto comune o di sostegno nel corso degli otto anni scolastici precedenti. Si tratta di un requisito previsto solo in prima applicazione).

Per i posti riservati agli insegnanti tecnico-pratici (ITP) invece, si richiede come requisito il diploma di accesso alla classe della scuola secondaria superiore. Mentre per i posti di sostegno valgono gli stessi requisiti dei posti comuni oppure quelli per ITP, con in più la specializzazione in sostengo.

Concorso scuola secondaria 2019: quali sono le prove

Le prove previste durante il concorso saranno così suddivise:

  • due prove scritte;
  • una prova orale.

Mentre per i posti di sostegno è prevista una sola prova scritta e infine una prova orale.

Per i posti comuni la prima prova scritta sarà incentrata sulle discipline afferenti alla classe di concorso per il quale il candidato sta sostenendo il concorso. Per svolgere la seconda prova è necessario superare la prima con un punteggio mimino o uguale a 7/10.

La seconda prova scritta per i posti comuni invece, sarà incentrata sull’accertamento delle competenze del candidato nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e sulle metodologie e tecnologie didattiche. Anche in questo caso, per svolgere la prova orale, sarà necessario superare questa seconda prova con un punteggio uguale o superiore a 7/10.

La prova orale ha l’obiettivo di valutare le competenze e conoscenze dell’aspirante insegnante non solo nelle materie inerenti la propria classe di concorso, ma vuole anche verificare la conoscenza di una lingua straniera (minimo B2) e il possesso delle competenze didattiche nelle tecnologie della comunicazione e dell’informazione. Anche qui è necessario conseguire un punteggio minimo di 7/10.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scuola: quali sono i requisiti e le prove del concorso per la scuola&n...