Reddito di maternità, la proposta: mille euro per fare la mamma

Mille euro al mese per 8 anni fino al terzo figlio, partita la raccolta firme da depositare entro Aprile

Mille euro per fare la mamma a tempo pieno. Parte dalla Sardegna l’iter della proposta legislativa di iniziativa popolare per riconoscere un vero e proprio reddito a chi sceglierà il mestiere di mamma.

Al momento ci troviamo di fronte a una proposta di legge di iniziativa popolare che il coordinatore nazionale del Popolo della Famiglia, Mirko De Carli, ha illustrato a Cagliari assieme al presidente di Fortza Paris, il generale Gianfranco Scalas, e al capogruppo dei Riformatori Michele Cossa. Sono state raccolte quasi 50mila firme che nelle prossime settimane, entro aprile, saranno depositate in Parlamento.

Ma come funzionerebbe questo strumento già ribattezzato reddito di maternità?

Il nome intanto è ripreso proprio dal “fratello maggiore” reddito di cittadinanza varato dal governo Lega-M5S. Si tratta di un vero e proprio stipendio ovvero 1000 euro al mese esentasse per le donne che scelgono di fare le mamme a tempo pieno.

Sarà garantito per otto anni, facendolo ripartire ogni volta che nasce un nuovo figlio e almeno in teoria dal quarto in poi o in caso di diversamente abili, l’indennità diventerebbe vitalizia.
Secondo prime proiezioni per sostenere l’iniziativa, lo Stato avrebbe bisogno di circa 3 miliardi di euro, che dovrebbe ricavare dal fondo della Presidenza del Consiglio per le politiche famigliari e le pari opportunità, nel triennio 2020-22.

Le donne che si dedicano in via esclusiva alla cura dei figli e della famiglia non sono donne di serie B. Fanno un lavoro di serie A, indispensabile per tutta la società”. Queste le parole di Mario Adinolfi, presidente nazionale del Popolo della Famiglia.

Ci piacerebbe che la Sardegna fosse la prima in Italia ad investire su un modello di famiglia che fa figli – ha spiegato De Carli – anche perchè l’Isola ha i tassi di natalità tra i più bassi a livello italiano ed europeo. Attraverso Fortza Paris e i Riformatori contiamo di incardinare una proposta di legge ad hoc all’interno dei lavori della nuova consiliatura e della Giunta Solinas”.

Dopo il reddito di cittadinanza, arriva la proposta del reddito di maternità. A storcere il naso però associazioni femministe e chi pensa che la leva principale per far ripartire l’economia nazionale sia ridare slancio all’occupazione attraverso opportunità e sgravi fiscali per le aziende.

Reddito di maternità, la proposta: mille euro per fare la mamma