Reddito di cittadinanza: quanti lo percepiscono e per quale importo?

(Teleborsa) – Il Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza rappresentava ancora un sostegno per 1,16 milioni di famiglie alla fine di ottobre, per quasi 2,5 milioni di individui coinvolti. é quanto emerge dall’ultimo aggiornamento dell’INPS. Più in dettaglio, percepiscono il RdC 1,04 milioni di nuclei per 2,33 milioni di persone coinvolte, mentre la PdC sostiene 122mila nuclei per un totale di 138 mila persone.

Nel corso dei primi dieci mesi dell’anno, il RdC o PdC ha sostenuto 1,66 milioni di nuclei familiari per 3,61 milioni di persone coinvolte. Le revoche hanno riguardato 51mila nuclei e le decadenze sono state 243mila.

La platea dei percettori del contributo è composta in gran parte da cittadini italiani (2,18 milioni) ed in minima parte da cittadini extra comunitari con permesso di soggiorno UE (204mila) e cittadini europei (83mila). La ripartizione geografica vede ancora al primo posto il Sud e le Isole con 1,72 milioni di persone beneficiarie, seguito dal Nord con 424mila persone e dal centro con 327mila.

L’importo medio mensile erogato a livello nazionale è pari a 552 euro: 583 euro per il RdC e 285 euro per la PdC. Ma l’assegno varia sensibilmente con il numero dei componenti il nucleo familiare, e va da un minimo di 453 euro per i nuclei costituiti da una sola persona a un massimo di 738 euro per le famiglie con cinque componenti.

Per i nuclei con presenza di minori – 364mila per un totale di 1,3 milioni di persone coinvolte – l’importo medio mensile sale a 684 euro, e va da un minimo di 594 euro per i nuclei composti da due persone a un massimo di 743 euro per quelli composti da cinque persone.

Laddove sono presenti disabili – 201mila nuclei per un totale di 449mila persone coinvolte – l’importo medio è pari a 493 euro, con un minimo di 389 euro per i nuclei composti da una sola persona e un massimo di 704 euro per quelli composti da cinque persone.