Reddito di cittadinanza, le date dei pagamenti di ottobre

Reddito di cittadinanza, nuove date per i pagamenti di ottobre, così come era già avvenuto per il mese di settembre

Cambiano le date dei pagamenti del Reddito di cittadinanza. Come già successo per il mese di settembre, anche nel mese di ottobre gli accrediti potrebbero arrivare in anticipo di qualche giorno rispetto alle consuete date di pagamento da parte dell’Inps, per effetto dell’assegno unico temporaneo che verrà pagato il 27 del mese.

Reddito di cittadinanza, le date dei pagamenti di ottobre

Anche per il mese di ottobre, l’Inps dovrebbe anticipare la data della ricarica del Reddito di cittadinanza, seguendo il medesimo calendario già messo in atto a settembre:

  • a partire dal 10 (e non più dal 15) i nuovi fruitori del sussidio, oppure coloro che hanno chiesto il rinnovo allo scadere delle prime 18 mensilità, possono recarsi agli uffici di Poste Italiane per ritirare la carta già accreditata della relativa mensilità;
  • a partire dal giorno 20 del mese (e non più il 25) i vecchi possessori della card avranno la ricarica.

Il 27 di ottobre, invece, sarà destinato alla ricarica dell’assegno unico temporaneo.

Reddito di cittadinanza, come verificare il saldo della card

In ogni momento i beneficiari del Reddito di cittadinanza possono controllare il saldo carta e verificare se l’importo della mensilità attesa è stato accreditato. Conoscere il saldo della carta Reddito di cittadinanza è utile per capire quanta disponibilità si ha per i vari acquisti e per ricordarsi di spendere tutto entro il mese successivo a quello di erogazione. Ci sono diversi servizi utili per avere informazioni sul proprio saldo:

  • Numero Verde 800 666 888, gratuito sia per chi chiama da linea fissa che da cellulare. Il servizio per il saldo carta Reddito di cittadinanza è utilizzabile cliccando sul tasto “1” e, successivamente, occorre indicare le 16 cifre indicate sulla Card;
  • ATM, lo sportello Postamat, dal quale è possibile prelevare una parte della somma in contanti (attenzione ai limiti dei prelievi: per i single il limite è di 100 euro al mese, per chi vive in famiglia (con almeno 4 persone) è di 220 euro al mese);
  • il sito ufficiale redditodicittadinanza.gov.it. Con questo servizio online infatti si può utilizzare l’opzione di verifica del saldo della tessera ma è assolutamente necessario essere in possesso delle credenziali di identità digitale SPID.

Reddito di Cittadinanza, come fare il rinnovo

Dopo 18 mesi di percezione del sussidio, il Rdc decade automaticamente e il rinnovo non è automatico. Il Reddito di Cittadinanza può essere rinnovato solo dopo averlo sospeso per un mese prima del rinnovo. In altre parole, ciò significa che a fine mese il beneficiario riceverà l’ultima mensilità a cui aveva diritto. Dovrà poi aspettare la fine del mese successivo per poter presentare una nuova domanda per il rinnovo del Reddito.

La procedura di presentazione delle domande di rinnovo è la stessa utilizzata per le nuove domande. Anche il modulo da utilizzare è lo stesso. Nel caso in cui la domanda sia presentata dallo stesso richiedente, il beneficio sarà erogato sulla medesima Carta di pagamento. Se la domanda è presentata da un altro componente del nucleo familiare, sarà invece necessario ritirare una nuova Carta.

La domanda per il Reddito di cittadinanza può essere presentata:

  • telematicamente attraverso il sito ufficiale;
  • sul sito dell’Inps;
  • presso i Centri di Assistenza Fiscale (CAF);
  • dopo il quinto giorno di ciascun mese, presso gli uffici postali.

Per facilitare la presentazione della domanda presso un CAF o un ufficio postale si consiglia di scaricare e compilare il modulo che trovate qui.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Reddito di cittadinanza, le date dei pagamenti di ottobre