Reddito di cittadinanza, come fare domanda ai Caf

Accordo raggiunto tra governo e Caf per il reddito di cittadinanza: i richiedenti potranno ricevere assistenza fiscale gratuita per le pratiche

Dal 6 marzo i cittadini potranno presentare le domande per ottenere il reddito di cittadinanza anche ai Caf e non soltanto alle Poste. È stata infatti raggiunta una intesa tra Inps e i centri di assistenza fiscale siglato al ministero del Lavoro. “La delegazione – si legge in una nota della Consulta dei Caf riportata dall’Ansa – ha giudicato positivamente il punto di incontro raggiunto che permetterà l’avvio dell’assistenza alle famiglie sulle richieste di Reddito e pensione di cittadinanza e la continuità del servizio Isee”.

10 EURO PER OGNI PRATICA – I Caf forniranno questo servizio ai cittadini gratuitamente, ma dovrebbero ricevere dall’Inps 10 euro per ogni pratica (esclusa l’Iva) e avranno 5 euro Iva compresa per ogni integrazione alla domanda presentata.

COSA OCCORRE PER FARE DOMANDA – I cittadini che fanno richiesta di reddito di cittadinanza dovranno essere muniti di documento e modello Isee (chi non lo possiede deve farlo, passando per la presentazione della Dichiarazione sostitutiva unica, Dsu). Compileranno tutta la modulistica necessaria e avranno una ricevuta.

Chi presenterà la domanda entro il 31 marzo, se in possesso dei requisiti, riceverà a fine aprile la comunicazione Inps, via email o con sms, di accoglimento della domanda; dopo due giorni arriverà il messaggio delle Poste, per andare a ritirare la card.

I cittadini che formuleranno al domanda per il reddito dal primo aprile, riceveranno il beneficio a maggio.

DICHIARAZIONE DI DISPONIBILITA’ AL LAVORO – Entro 30 giorni dal riconoscimento da parte dell’Inps del reddito di cittadinanza, bisognerà presentare la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro; dichiarazione che può essere inviata tramite patronato. Sempre entro un mese, si riceverà la convocazione dai centri per l’impiego per sottoscrivere il Patto per il lavoro o dai servizi dei Comuni per stipulare il Patto di inclusione sociale. Esonerato chi presta lavoro di cura in famiglia a un disabile o a un minore di 3 anni.

Reddito di cittadinanza, come fare domanda ai Caf