Comunità montane: «E’ un decreto contro il Sud!»

La polemica con chi ha posto sotto i riflettori l’oneroso paradosso delle montanità in riva al mare è aperta e viene rilanciata: «I dati pubblicati su La Casta, sui costi e le attività della nostra comunità sono profondamente scorretti e invito pubblicamente Gian Antonio Stella a venirci a trovare e a verificare di persona il nostro operato».

Arcangelo Rizzi, che ricopre anche la carica di vicepresidente dell’Uncem Puglia, si dice favorevole a intervenire con tagli alle rappresentanze locali (riducendo ad esempio il numero dei consiglieri comunali) ma è protnto a battersi per garantire lo status di “comuni disagiati” alle realtà che attualmente beneficiano degli aiuti “montani”.
E se l’aggettivo incriminato è in contrasto con il livello altimetrico del comune, basterà cambiare appellativo.

Laura Ferrari

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Comunità montane: «E’ un decreto contro il Sud!»