Premio Edison Pulse 2017: 50mila euro per start up ad alto potenziale, con un occhio alle aree colpite dal terremoto

Torna il premio promosso da Edison che quest'anno ha aggiungo la categoria "Ricostruzione sisma"

Il Premio Edison Pulse è giunto alla quarta edizione e cerca startup ad alto potenziale nel panorama dell’innovazione italiano. Ai vincitori spetterà un premio di 50mila euro e un periodo di incubazione di quattro settimane.

La Giuria di Pulse è composta da rappresentanti esterni (banche, venture capital,rappresentanti settori tecnologici, influencer) ed esperti di Edison.

E per questa edizione c’è una grossa novità: in seguito ai diversi eventi sismici che hanno colpito il centro Italia nel 2016, Edison ha deciso di istituire una categoria speciale del premio dedicata al supporto di iniziative imprenditoriali nelle aree colpite dal sisma per favorirne la ripresa.

In questi quattro anni hanno partecipato al premio 1.400 progetti, tra start up, organizzazioni non profit, centri di ricerca e studenti. Edison ha finanziato 7 start up e un progetto sociale erogando complessivamente 700 mila euro in finanziamenti diretti oltreché programmi mirati di incubazione e supporto.

Le start up, a livello globale, stanno dando in questi anni un contributo anche al settore energia, come ha dimostrato ad esempio questo progetto: un produttore di biogas casalingo che trasforma i rifiuti organici in gas per la cucina e fertilizzante.

Chi vuole registrarsi e partecipare trova tutte le informazioni sul sito www.edisonpulse.it. La piattaforma è anche una community per la condivisone dei progetti e la votazione ai fini delle selezioni dei finalisti. Allo scopo di favorire il networking e le occasioni di collaborazione, la piattaforma sarà anche una vetrina per tutte le idee che, sebbene non vincitrici, otterranno consensi diffusi. Enti, aziende e istituzioni possono accedere alla piattaforma, consultare le proposte ed entrare in contatto con i proponenti.

Il bando è rivolto a start up e a team informali composti da almeno tre persone fisiche maggiorenni in possesso di un diploma di maturità. Sono ammesse anche le imprese sociali, ma solo per la categoria “Ricostruzione sisma”.

Le categorie del concorso sono le seguenti:

a) Energia

  • Soluzioni innovative nell’ambito della produzione, stoccaggio e consumo ottimizzato di energia elettrica e dell’efficienza energetica e dell’energia rinnovabile, sia a livello centralizzato sia decentralizzato, anche in ottica locale attraverso energy communities
  • Progetti innovativi nell’ambito della smart city (es. soluzioni energetiche intelligenti, ottimizzazione della mobilità, efficientamento delle infrastrutture ed interoperabilità, digitalizzazione)
  • Piattaforme che utilizzano la filosofia open source nel settore energia

b) Smart Home

  • Soluzioni innovative per la gestione intelligente delle funzionalità ed esigenze legate all’ambiente domestico (consumi energetici, sicurezza, comfort benessere generale della casa)
  • Soluzioni che integrano diversi dispositivi e/o sensori nell’ambiente domestico (es. manutenzione predittiva elettrodomestici, segnalazione intelligente tipologia di guasto)
  • Soluzioni innovative nell’ambito dell’Internet of Thing

c) Consumer

  • Soluzioni innovative negli ambiti: vendita, post vendita, digital/social, customer care, comunicazione, customer & data analytics e coinvolgimento dei consumatori B2B e/o B2C
  • Soluzioni avanzate di e-commerce, pagamenti online (es. Peer-to-peer e Instant Payment) e soluzioni di scambio peer-to-peer basate sulla tecnologia Blockchain

Per quanto riguarda la categoria speciale “Ricostruzione sisma”, i progetti devono riguardare:

  • la dimensione culturale e turistica delle aree terremotate (si comprendono anche gli ambiti dell’enogastronomia e dell’artigianato e della ricezione alberghiera),
  • la valorizzazione delle filiere produttive locali di eccellenza;
  • soluzioni innovative per la gestione delle problematiche connesse agli eventi sismici, al ripristino delle condizioni ed alla ricostruzione degli edifici in ottica integrata con il soddisfacimento efficiente dei fabbisogni energetici e con la predisposizione ad accogliere nuove utenze elettriche smart (es. Electric Vehicle).

È possibile proporre i progetti a partire dal 12 gennaio 2017 e fino alla mezzanotte del 28 marzo 2017. I giudici selezioneranno 16 finalisti. Ma spetterà un ruolo anche alla commmunity: il progetto più votato di ogni categoria su http://www.edisonpulse.it avrà infatti diritto ad accedere direttamente alla selezione finale.

I vincitori verranno annunciati a maggio 2017, in occasione di un evento dedicato durante il quale i 20 finalisti (5 per ogni categoria) dovranno presentare il proprio progetto alla giuria Edison. Ogni candidato avrà 4 minuti a disposizione per presentare il progetto e 2 minuti per rispondere alle domande della Giuria. Al termine delle presentazioni, la Giuria si riunirà per decidere il vincitore di ogni categoria, che sarà annunciato al termine dell’evento.

Fonte: Ecoseven.net

Leggi anche:
Start up contro i cambiamenti climatici: ecco il programma che le supporta
Concorso di idee per l’innovazione nell’agricoltura del sud
Concorso “Coltiviamo agricoltura sociale”: in palio 50mila euro al primo classificato
“Europe in My Region”, la campagna per scoprire i progetti finanziati dall’UE

Premio Edison Pulse 2017: 50mila euro per start up ad alto potenziale,...