Poste Italiane: 10 mila nuovi posti di lavoro nel 2019

Piano di assunzioni ambizioso quello varato dal Gruppo per il prossimo quinquennio

Coloro che nel 2019 intendono cambiare lavoro o trovarne uno nuovo dopo un periodo di inattività, potrebbero giocarsi la loro “chance” candidandosi ad una delle tante posizioni aperte da Poste Italiane.

Gestione, logistica, recapito della corrispondenza, servizi assicurativi e finanziari: il piano di assunzione varato dall’azienda prevede 10.000 posti di lavoro in tutta Italia e nei più svariati reparti.

Nel corso dell’anno appena iniziato, infatti, Poste Italiane renderà disponibili numerose opportunità di impiego con focus principale su figure amministrative e commerciali e postini/portalettere. Un’iniziativa che fa eco a quella di un’altra grande azienda italia, Ferrovie dello Stato, che ha appena annunciato 4000 nuove assunzioni sempre per il 2019.

Assunzioni in Poste Italiane: il piano strategico per il 2019

Il cosiddetto “Deliver 2022” è piano strategico definito da Poste Italiane per dare il via al riassetto economico dalla società in tutte le sue divisioni aziendali. In particolare, nel settore “corrispondenza, pacchi e distribuzione” l’azienda ha appena lanciato un nuovo modello operativo basato sui volumi che prevede consegne pomeridiane e nei weekend con il supporto di tecnologie cloud.

L’obiettivo è promuovere una netta accelerazione sul fronte dei ricavi nei prossimi cinque anni, incrementare il risultato operativo e gli utili netti attraverso attività finanziarie di nuova concezione, investimenti sulla digitalizzazione, l’automazione e la riorganizzazione dei servizi.

Un obiettivo di sostanza, oltre che economico, poiché orientato a fornire soluzioni più innovative e tecnologicamente avanzate ai cittadini, alle imprese e alle Pubbliche Amministrazioni. Tutto questo si tradurrà in tantissime opportunità di lavoro per altrettanti potenziali candidati.

Candidature e requisiti

Chi vorrà candidarsi ad una delle posizioni aperte presso il Gruppo, dovrà registrarsi e inserire il proprio curriculum esclusivamente attraverso il sito ufficiale di Poste Italiane nell’apposita sezione  Lavora con noi“. Tutte le altre modalità di invio, compreso quello via mail, non saranno prese in considerazione.

I requisiti richiesti variano in funzione della figura ricercata. Per lo smistamento e la consegna della corrispondenza, ad esempio, saranno valutati i profili con queste caratteristiche:

  • diploma di scuola media superiore con voto minimo 70/100
  • idoneità fisica per l’attività lavorativa certificata dalla USL/ASL di appartenenza o dal medico curante
  • patente di guida in corso di validità
  • idoneità alla guida del moto-mezzo aziendale

Lavoro in Poste Italiane: la svolta generazionale e tecnologica

Oltre ad un netto incremento delle performance economiche, il piano di assunzioni varato da Poste Italiane per il prossimo quinquennio è propedeutico anche ad un’altra previsione. Nei dieci anni che verranno, infatti, l’azienda prevedere che il 50% del personale attuale andrà in pensione liberando, quindi, nuovi posti per giovani laureati o diplomati.

Le opportunità più interessanti per i profili più “alti” si concentreranno nel settore finanziario e assicurativo e si intensificheranno le iniziative per la formazione professionale delle risorse già assunte e dei giovani talenti. Anche per Poste Italiane, quindi, il futuro sarà all’insegna della formazione.

Poste Italiane: 10 mila nuovi posti di lavoro nel 2019