Podshare: il sistema di co-living che piace ai millenials

Podshare è la co-housing recentemente realizzata con il fine di dar vita a dei nuovi alloggi caratterizzati dalla presenza di numerosi e spaziosi ambienti comuni

L’innovativa società di co-housing, Podshare, potrebbe essere descritta come una sorta di condominio sul cui corridoio si affacciano gruppi di vicini di tutte le età, razze e culture. Podshare nasce quattro anni fa, nel corso del 2012, grazie a Elvina Beck, giovane imprenditrice, e suo padre. I due, in brevissimo tempo, hanno dato vita a degli spazi condivisi che vengono affittati giornalmente a prezzi estremamente modici.

Podshare dispone di un numero limitato di posti letto, circa trenta, che durante le ore diurne si tramutano in efficienti uffici da lavoro. Il co-housing è una soluzione adottata sopratutto dai single che necessitano solamente di una postazione come appoggio momentaneo, da chi vuole testare un nuovo stile di vita molto avventuriero o da chi cerca un alloggio già arredato. Le postazioni sono dotate di letti a castello e sono studiate appositamente per occupare meno spazio possibile. In ognuna di esse poi è possibile trovare una play station, un televisore di ultima generazione e una connessione internet wi-fi che rimane accesa a tutte le ore del giorno e della notte.

Podshare consente quindi, tra le varie cose, di studiare, lavorare, dormire, fare nuove conoscenze, lavare i panni e pranzare, il tutto in compagnia dei numerosi abitanti che frequentano i vari spazi comuni lasciati in dotazione dalla cohousing. Le varie camere, tutte estremamente confortevoli, sono state appositamente collocate in luoghi nei quali vi sia assicurata una concreta vicinanza alle fermate dei principali mezzi pubblici. Questo, proprio perché gran parte dei coinquilini che prendono in affitto gli alloggi, sono viaggiatori che non dispongono di una propria automobile.

A Podshare la percentuale di maschi e femmine che sono soliti utilizzare il servizio è praticamente la stessa, si passa infatti da un 58% di uomini rispetto ad un leggermente inferiore 42% di donne. La co-housing pone fine ai momenti di solitudine nei quali i viaggiatori sono soliti imbattersi durante il loro cammino. I visitatori arrivano da ogni angolo del mondo e, per riuscire ad assicurarsi un posto nella comunity, è necessario prenotare con largo anticipo. I costi sono estremamente competitivi, l’ambiente particolarmente confortevole e la vicinanza ai principali centri storici fa notevolmente comodo a molti viaggiatori.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Podshare: il sistema di co-living che piace ai millenials