Pensioni, Boeri replica alla Camusso: ” Sì documenti su cifre adeguamento automatico”

(Teleborsa) – I sindacati criticano la Legge di Bilancio per non aver incluso uno stop all’adeguamento delle pensioni alla speranza di vita. Una ipotesi fortemente osteggiata dal Presidente INPS, Tito Boeri, che torna a difendere i meccanismi automatici che garantiscono la sostenibilità del sistema previdenziale.

Il meccanismo “porta a neutralizzare gli effetti della longevità sui conti previdenziali”, sottolinea il numero uno dell’istituto di previdenza, affermando che i conti dell’INPS “restano in equilibrio, sempre che a qualcuno non venga la sciagurata idea di intervenire sugli stessi”.

Un botta e risposta è intervenuto fra la leader della Cgil, Susanna Camusso, ed il titolare dell’INPS, in merito ai costi aggiuntivi del mancato adeguamento quantificati in 140 miliardi.  

“Vorrei che ci fosse discussione informata su questo, senza approssimazioni e senza errori”, ha replicato Boeri alla sindacalista, che ieri aveva definito la cifra “implausibile” ed affermato che la Riforma Fornero ha portato solo 90 miliardi di risparmi.

Per tutta risposta, il manager ha spiegato che l’adeguamento alla speranza di vita non è stata una novità della Riforma Fornero e che era già stato introdotto nel 2009 e poi ulteriormente nel 2010 e nel 2011. “Inviterei chi parla di cifre a documentarsi maggiormente”, ha affermato Boeri.

Boeri ha toccato anche il tema immigrazione, in occasione della presentazione alla Farnesina del settimo Rapporto annuale sull’economia della migrazione, a cura della Fondazione Leone Moressa, ribadendo la “necessità per il nostro Paese di avere più immigrati regolari”.

Pensioni, Boeri replica alla Camusso: ” Sì documenti su cifre adeguamento automatico”
Pensioni, Boeri replica alla Camusso: ” Sì documenti su cifre a...