Pensioni, Boeri: “La busta arancione non arriverà mai, traditi dalla politica”

Il presidente dell'Inps: "Speravamo che venisse inserito nella legge di stabilità"

“Il Parlamento non ha approvato l’emendamento che renderebbe possibile l’invio della busta arancione agli italiani ed è molto grave”. Così il presidente dell’Inps, Tito Boeri, a proposito del documento che permetterebbe ai contribuenti di sapere a quanto ammonterà la propria pensione futura. Boeri ha spiegato che le risorse per inviarla “ci sono” e che farlo “non costerebbe nulla alle casse pubbliche”. “Speravamo – dice Boeri – che venisse inserito nella legge di Stabilità“, ha aggiunto spiegando che “manderemo le 150mila buste” già previste ma “non potremo mandarne altre”.

Sul mancato invio delle ‘buste arancioni’ dell’Inps, nelle quali c’è anche una proiezione sull’importo della pensione che si percepirà una volta usciti dal lavoro, “qualcuno ci ha fatto lo sgambetto” e sarebbe ‘gravissimo’ se qualche parlamentare lo avesse fatto per una vendetta nei confronti del presidente dell’istituto di previdenza per aver proposto il taglio dei vitalizi. “È una questione del Parlamento piu’ che del Governo – ha affermato – c’era un emendamento, per spostare delle somme all’interno del bilancio dell’Inps, ed effettivamente per ben due volte qualcuno ci ha fatto lo sgambetto di toglierci queste due righe. Le voci dicono che lo hanno fatto perché abbiamo proposto di tagliare i vitalizi. Una vendetta? Non lo so. Se fosse vero sarebbe un fatto gravissimo”.

FLESSIBILITA’ IN USCITA – La maggiore flessibilità che potrebbe concedere l’Europa all’Italia dovrebbe essere utilizzata per rendere l’uscita dal lavoro più flessibile. Secondo Boeri le parole del vicepresidente della commissione europea, Valdis Dombrovskis, “lasciano lo spazio per ottenere ancora un po’ di flessibilità” rispettando la sostenibilità della finanza pubblica.
“È possibile averla senza violare le regole europee – ha aggiunto – e allo stesso tempo fare qualcosa di utile per i giovani”, per esempio “chiedere flessibilità per finanziare nell’immediato una maggiore uscita flessibile delle pensioni sempre secondo criteri di sostenibilità”. D’altronde, ha ricordato Boeri, le proposte sviluppate dall’Inps «vanno in questa direzione», cioè quella di rendere le pensioni più flessibili.
“Andare in pensione un poco prima – ha ribadito – con aggiustamenti dell’importo che tengano conto del fatto che si percepirà la pensione più a lungo”. La flessibilità “ha dei costi per le casse dello Stato nell’immediato – ha aggiunto il presidente dell’Inps – ma a lungo andare non ha dei costi. E’ qualcosa che non aumenta il debito, è un’operazione in linea con quello che viene richiesto. E tutto questo favorira’ l’ingresso dei giovani nel mercato del lavoro”.

EMERGENZA POVERTA’ – La vera emergenza sociale in Italia resta comunque “quella dei poveri e delle persone che perdono lavoro con più di 55 anni, poi ci sono i giovani”. Secondo Boeri, le ultime regole sul mondo del lavoro, il Jobs Act, che “prevede anche le tutele crescenti, hanno aumentato i contratti a tempo indeterminato per i giovani e mi aspetto che aumentino nei dati di novembre e dicembre”. “Tutto ciò – aggiunge – dà più stabilità, ma bisogna aumentare anche la possibilità di impiego per i giovani” per garantire loro un domani pensioni eque. Per aumentare le possibilità di impiego per i giovani, ha osservato Boeri, “bisogna per questo dare più flessibilità in uscita dal mondo del lavoro” delle persone in età pensionabile. “E’ questo – ha aggiunto ancora l’economista- che bisogna fare per evitare che i giovani abbiano un domani pensioni troppo più basse” rispetto alle generazioni di pensionati attuali”.

Leggi anche:
INPS: QUI LA BUSTA ARACIONE ONLINE
Inps, come richiedere il Pin per accedere ai servizi del welfare
Pensioni: come e perché vanno ridotte le “distorsioni” del sistema
Pensione anticipata con 15 anni di contributi: mini-guida sui requisiti

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pensioni, Boeri: “La busta arancione non arriverà mai, traditi ...