Pensioni, a luglio quattordicesima per 1,2 milioni di pensionati in più

(Teleborsa) – Arriva la quattordicesima per 1,2 milioni di pensionati che sino allo scorso anno non percepivano questo compenso in più. Lo stabilisce la Legge di Stabilità, prevedendone il pagamento a partire dal 1° luglio prossimo. Una misura che vale 800 milioni di euro.

Questo beneficio, che amplia la platea prevista a partire dal 2007, è stato un po’ criticato, anche dal Presidente dell’INPS Tito Boeri, perché viene corrisposto anche a pensionati con redditi alti. Gli autori di questa misura hanno però spiegato che la quattordicesima non è una misura assistenziale a sostegno del reddito, ma viene comsurata ai contrmiibuti versati. 

Cosa cambia? Sino ad oggi la quattordicesima veniva pagata a circa 2,1 milioni di pensionati che percepivano una pensione sino a 1,5 volte il minimo, cui ora viene incrementata la somma del 30%. Ora, secondo la circolare INPS, si aggiungono altri 1,2 milioni di pensionati con una pensione compresa fra 1,5 e 2 volte il minimo e 64 anni d’età.

La somma è parametrata alla classe contributiva. Per pensioni di 13 mila euro annui il contributo sarà di 655 euro e per un reddito di 9.786 euro sarà di 546 euro chi avrà versato contributi fra 15 e 25 anni e di 437 euro per 15 anni di contributi. Amnche per le classi comprese fra 1,.5 e 2 volte il minimo l’assegno aggiuntivo dipenderà dagli anni di contributi: per 15 anni 336 euro, per 15-25 anni 420 euro e per oltre 25 anni 504 euro.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pensioni, a luglio quattordicesima per 1,2 milioni di pensionati in&nb...