Partire per l’Erasmus: dove andare?

Quando si prepara la domanda per l'Erasmus universitario è bene pensare a dove andare: la scelta della meta è fondamentale per i corsi che andrete a frequentare e per la lingua che imparerete

L’Erasmus consiste nella possibilità di passare una parte degli studi universitari, generalmente un semestre o al massimo due, all’estero. Questa possibilità viene offerta dagli atenei italiani ai propri studenti grazie a una convenzione pattuita con le università straniere. Lo scopo dell’Erasmus è quello di fornire allo studente la possibilità di affrontare un percorso formativo all’estero e di acquisire nuove competenze linguistiche.

Nel momento in cui lo studente si trova a compilare la domanda per partire con il progetto dell’Erasmus si trova davanti a una importante decisione: quale meta scegliere e, di conseguenza, quale sarà l’università straniera che lo accoglierà. Per questo motivo vedremo brevemente quali sono le migliori città in cui svolgere il percorso dell’Erasmus, tenendo sempre in considerazione che è bene scegliere la propria meta in base a quale ateneo vi siete iscritti.

Come meta più ambita per il progetto Erasmus troviamo Valencia, dotata di ottime università e di una realtà urbana a dimensione di studente quindi non così grande come le metropoli europee dove si corre il rischio di essere schiacciati dai forti ritmi della città. Per restare sempre in Spagna troviamo Barcellona, grande centro culturale e universitario in grado di offrire un’ottima preparazione per gli studenti senza dimenticare che lo spagnolo è la seconda lingua più parlata al mondo, quindi una grande risorsa per il futuro. In molti si dirigono a Coimbra, in Portogallo, poiché è un centro universitario di antica data, uno dei più importanti d’Europa. A seguire troviamo Berlino, città dalle grandi università che hanno lasciato il segno nel corso dei secoli; se invece si è interessati a svolgere questo percorso in Francia troviamo due realtà molto differenti ma entrambe importanti per il loro polo scolastico: Bordeaux e Parigi. Spostandoci nei paesi anglofoni troviamo Dublino e Londra che ospitano università d’eccellenza.

Il progetto Erasmus è un’occasione unica che viene offerta allo studente per ampliare e accrescere il proprio percorso formativo nonché linguistico, per questo motivo è bene non lasciare nulla al caso e meditare bene sulla scelta della città che deve offrire una buona università, buone attrazioni culturali in modo tale che possiate apprendere il più possibile da questa bellissima esperienza.

Immagini: Depositphotos

Leggi anche:
Più facile trovare lavoro per ha fatto l’Erasmus

Partire per l’Erasmus: dove andare?