Pagati per mangiare gelato, l’offerta di lavoro allettante: come candidarsi

Il brand australiano Gelatissimo è in cerca di un assaggiatore che provi i gusti vecchi e nuovi. Il compenso è di tutto rispetto

Il business del gelato si espande e, guarda caso, le novità più originali arrivano dall’altra parte del mondo.

Chi l’avrebbe mai detto: oggi è possibile essere pagati (e profumatamente) per assaggiare nuovi gusti e nuovi sapori. L’unica condizione per ottenere l’ingaggio è essere disposti a fare un viaggetto in Australia. Non male, dopotutto.

Il brand autraliano Gelatissimo ha aperto le candidature per un “gelato taste tester”, un vero e proprio assaggiatore di gelato, dalle papille gustative altamente sviluppate. La figura ricercata, si legge nell’annuncio pubblicato su Airtasker, deve saper valutare la qualità dei sapori sulla base di consistenza, colore, odore e aspetto, ed esaminare le sfumature degli aromi nel modo più oggettivo possibile. Al “gelato taste tester” prescelto verrà chiesto di assaggiare sia i gusti già esistenti che quelli nuovi ancora da rilasciare.

Se avete intenzione di candidarvi, tenetevi liberi venerdì 27 settembre: nel caso in cui foste scelti dovrete presentarvi presso la sede di Gelatissimo a Rydalmere, un sobborgo di Sidney, per quattro ore di degustazione intensiva. Il compenso sarà di 500 dollari. Tradotto, più di 100 euro all’ora.

Ci si dovrà impegnare seriamente perché, si legge nell’annuncio, il test del gusto dovrà seguire regole precise. Il prescelto dovrà:

  • assicurarsi di stare in un ambiente con distrazioni minime. La degustazione dei gelati è una faccenda seria, quindi dev’essere più vera e imparziale possibile;
  • gustare con gli occhi. L’aspetto accattivante del gelato è sempre un ottimo inizio;
  • assaggiare da un cucchiaio capovolto e posizionare il gelato direttamente sulla lingua, per assicurarsi di utilizzare tutte le 10 mila papille gustative;
  • ripetere l’assaggio pensando alla texture del gelato, che dev’essere liscia e cremosa;
  • tenere vicina una tazza d’acqua per sciacquarsi la bocca e ricominciare;
  • preparare al meglio la lingua e le papille gustative: il giorno prima niente caffeina, peperoncino e cibi caldi. Il giorno dell’assaggio, una piccola colazione per rendere le papille gustative ancora più ricettive.

Gelatissimo non ha specificato la data in cui verranno chiuse le candidature, quindi è probabile che voglia valutare i profili fino a che non trova quello migliore. Per proporsi basta visitare la pagina dell’annuncio e, come richiesto, scrivere una breve presentazione personale in cui si spiegano i motivi per cui ci si ritiene il candidato migliore.

Noi italiani dovremmo essere avvantaggiati, dato che la cultura, e l’amore, per il gelato sono ormai radicati da anni, nonostante la produzione sia ultimamente calata. Una veloce prova per capire se sussistono i requisiti minimi per proporsi come gelato taste tester la si trova nello stesso annuncio: “Sai qual è la differenza tra cioccolato al latte, Belga e senza zucchero in un test del gusto alla cieca?” In caso di risposta negativa, occorre affrettarsi nello studio: il 27 settembre è dietro l’angolo.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pagati per mangiare gelato, l’offerta di lavoro allettante: come...