Ore di lavoro, le donne superano gli uomini. Colpa del multitasking

Lo sanno in molti ma ora l'Istat lo certifica. Le donne lavorano un'ora in più al giorno. Nel cumulo ovviamente anche il lavoro familiare

Per quantificare il lavoro necessario per una determinata attività produttiva si parla spesso di giornate-uomo.  Sbagliato: sarebbe meglio parlare di giornate-donna. Sarebbe un vantaggio in termini di efficienza.Un’ora esatta di distacco. Il tempo di lavoro totale quotidiano delle donne è di  9 ore e 10 minuti contro le 8 ore e 10 minuti degli uomini. Il merito (o la colpa) va ovviamente al lavoro casalingo che si aggiunge a quello retribuito e che di solito rimane a carico quasi esclusivo delle donne. Ma non solo. Le donne sono multitasking, cioè riescono a svolgere più compiti contemporaneamente..

Niente di nuovo forse. Ma questa volta a sancire ufficialmente quello che molti (molte) già pensano è l’Istat con uno studio appena presentato dal titolo “La divisione dei ruoli nelle coppie“. Un dato che ribadisce quello già rilevato dalla Camera di Commercio di Milano che parlava di una giornata lavorativa delle donne di 27 ore. Paradosso spiegabile appunto con l’abilità o la necessità femminile di fare più cose insieme: in ufficio ad esempio gestiscono contemporaneamente computer e telefono, in casa cucina e cura dei figli, lavora più facilmente durante gli spostamenti e nei ritagli di tempo.

Tre quarti del lavoro familiare alle donne

“Per analizzare il grado di condivisione dei carichi di lavoro familiare nella coppia – rileva l’Istat – è possibile utilizzare l’indice di asimmetria del lavoro familiare, che misura quanta parte del tempo dedicato da entrambi i partner al lavoro domestico, di cura e di acquisti di beni e servizi è svolto dalle donne. Nel 2008-2009 il 76,2% del lavoro familiare delle coppie è ancora a carico delle donne, valore di poco più basso di quello registrato nel 2002-2003 (77,6%)”.

Sempre forte, dunque, la disuguaglianza di genere nella divisione del lavoro familiare. Una disuguaglianza trasversale a tutto il paese, con livelli più bassi al Nord e in quelle con titolo di studio più elevato.

Rileva ancora l’Istat: “Il tempo di lavoro totale è pari alla somma del tempo dedicato al lavoro retribuito e di quello dedicato al lavoro familiare. Il tempo di lavoro totale delle donne lavoratrici è più alto di quello dei loro partner. (…) In presenza di figli il divario cresce: le madri occupate complessivamente dedicano al lavoro 9h28′ a fronte delle 8h17′ dei padri”. (A.D.M.)

Ore di lavoro, le donne superano gli uomini. Colpa del multitaski...