Medicina, abolizione numero chiuso con “giallo”. Prima l’annuncio, poi Palazzo Chigi precisa

"Superamento del numero chiuso non subito, si inizia per gradi"

(Teleborsa) L’annuncio, a sorpresa, era arrivato ieri sera al termine del Consiglio dei Ministri che ha varato il decreto fiscale e disegno di legge sul bilancio di previsione dello Stato per il 2019:”Si abolisce il numero chiuso nelle Facoltà di Medicina, permettendo così a tutti di poter accedere agli studi”.

Un dibattito, quello sul numero chiuso, che tiene banco ormai da anni suscitando polemiche tra i fautori e i contrari. Una scelta che coinvolgerebbe la vastissima platea di studenti che, finora, hanno dovuto cimentarsi con un test, tra l’altro spesso contestato, per accedere alle facoltà di Medicina di tutta Italia.

ABOLIZIONE CON GIALLO – Coinvolgerebbe rigorosamente al condizionale perché si tratta di una novità della quale al ministero della Salute questa mattina hanno detto di non sapere niente. E anche il ministro all’Istruzione Marco Bussetti aveva affermato: “Voglio essere sincero, a me non risulta questa cosa. Farò le dovute verifiche”. Verso mezzogiorno poi è arrivato il comunicato congiunto che porta la firma appunto della ministra alla Salute Giulia Grillo e del collega Bussetti nel quale precisano che hanno chiesto un aumento degli accessi e delle borse per le specializzazioni di Medicina. Non una abolizione completa, dunque. Comunque “si procederà per gradi”.

Interviene anche Palazzo Chigi interviene per risolvere il nodo. “Si tratta di un obiettivo per il quale si avvierà un confronto tecnico con i ministeri competenti e la Conferenza dei Rettori delle università , si legge, che potrà prevedere un percorso graduale di aumento dei posti disponibili, fino al suo superamento”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Medicina, abolizione numero chiuso con “giallo”. Prima l&#...