McDonald’s assume, 7mila posti di lavoro entro il 2022: il piano

McDonald's volano del settore occupazionale italiano, il colosso americano pronto ad espandersi

In Italia, paese dove la cucina tradizionale e la dieta mediterranea fanno da padrone, sempre più piede stanno prendendo ristoranti e locali specializzati nel fast food. Tra tutti, per storia e grandezza, in questo settore spicca sicuramente McDonald’s, colosso americano conosciutissimo anche qui.

Quello che non tutti sanno, però, è che la multinazionale americana è pronta ad espandere ancora di più i suoi orizzonti, attraverso un piano di sviluppo che mira all’apertura di nuovi ristoranti e all’assunzione di nuovo personale. Buone notizie dunque per chi è in cerca di un nuovo lavoro. Mentre molte aziende come Unicredit, Bnl e Vodafone hanno annunciato esuberi e chiusure imminenti degli stabilimenti nell’ultimo anno, McDonald’s è pronto ad espandersi e a lanciare una campagna di recruiting che punta all’assunzione di ben 7 mila lavoratori entro il 2022.

Non a caso la multinazionale Usa ha fatto in questi anni da volano al settore occupazionale italiano. Basta pensare che, come dimostra un recente studio realizzato dagli esperti dell’Istituto Althesys, McDonald’s in Italia ha aperto in media 25 ristoranti all’anno negli ultimi anni. Un fatto questo che, soltanto nel 2019, si è tradotto nell’assunzione di 2.500 nuove figure. Questi numeri, dal piano annunciato da Mario Federico, amministratore delegato per l’Italia, sono inoltre destinati a crescere nel prossimo triennio.

McDonald’s punta ad aprire 30 ristoranti all’anno entro da qui al 2020,  vuole anche potenziare il servizio McDelivery (raggiungendo altre 75 città italiane), ristrutturare i punti vendita sparsi su tutto il territorio e procedere con l’inaugurazione di 600 nuovi iMcCafé. Per questo motivo, come anticipato sopra, serviranno 7.000 nuove risorse per rendere possibile tutto ciò.

Un progetto ambizioso che, di fatto, può essere considerato una naturale conseguenza degli ottimi risultati raggiunti dall’azienda nel nostro territorio. Il fatturato italiano della multinazionale ha registrato una crescita non indifferente nell’ultimo anno. Nel 2019, per esempio, è cresciuto il doppio rispetto al 2018, chiudendo il bilancio in positivo con introiti pari a 1,4 miliardi di euro.

Non a caso, con gli investimenti sostenuti per la costruzione o la ristrutturazione dei suoi ristoranti e per l’acquisto di materie prime e servizi, McDonald’s rappresenta ad oggi il 4,4% del valore aggiunto dell’intero settore del food & beverage italiano. Tradotto in denaro, come ha riportato l’Istituto Althesys, il valore condiviso creato in italia è stato pari a 1,3 miliardi di euro (equivalente allo 0,1% del Pil nazionale nel 2018). Con questa cifra, difatti, lo Stato potrebbe ripagarci per intero le Olimpiadi invernali 2026 di Milano-Cortina.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

McDonald’s assume, 7mila posti di lavoro entro il 2022: il piano