Manovra, nel 2019 semaforo rosso ad aumento età pensionabile per lavori “gravosi”

(Teleborsa) – Fervono i lavori sulla Manovra. Molti gli emendamenti che oggi 23 novembre, sono stati presentati durante la discussione in Commissione Bilancio al Senato.

Lo stop dell’adeguamento dell’incremento dell’età pensionabile a 67 anni ci sarà nel 2019 per 14.600 lavoratori addetti a mansioni “gravose” delle 15 categorie (di cui fanno parte le 11 già previste per legge e le 4 new entry introdotte con l’emendamento dell’Esecutivo). E’ quanto si legge nella relazione tecnica che accompagna l’emendamento alla Manovra depositato dal Governo sulle pensioni che è stato depositato in Commissione Bilancio.

Per quanto riguarda gli oneri nel 2019 la misura ha un costo di 100 milioni di euro. I lavoratori che ne faranno richiesta sono stimati in crescita dal 2019 al 2027 cosi come le coperture necessarie. Si prevede che nel triennio fino al 2021 il costo sia pari a 385 milioni. Nel 2020 i lavoratori che potranno beneficiare dell’anticipo saranno 15.400 (per 141 milioni di euro). Nel 2021 16.200 lavoratori per 143,9 milioni. 

Nella tabella della relazione tecnica si stimano gli effetti fino al 2027 quando lo stop riguarderà 20.900 lavoratori per 166,2 milioni di euro.

Il pacchetto pensioni, a regime, vale 300,2 milioni di euro.

La Legge di Bilancio dovrebbe arrivare in Aula a Palazzo Madama martedì 28 novembre un giorno dopo rispetto al calendario fissato inizialmente. L’approdo in Aula al Senato era inizialmente previsto per lunedì 27 novembre. Lo slittamento sarebbe stato richiesto dalla necessità per lla Commissione Bilancio di allargare i tempi per l’esame degli emendamenti. Il via libera della Commissione dovrebbe quindi arrivare lunedì 27 novembre.
 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Manovra, nel 2019 semaforo rosso ad aumento età pensionabile per lavo...