LinkedIn adesso ti chiede di dimostrare le tue skill e competenze

LikedIn, al via i test per verificare le competenze degli utenti: come funziona il sistema

Un test per verificare le competenze riportate nel curriculum, è questa l’idea di LinkedIn, la piattaforma dedicata al mondo del lavoro che ogni giorno aggrega domande e offerte di utenti e aziende di tutto il mondo.

Oggi è stato lanciato per la prima volta il nuovo programma LinkedIn che permetterà agli utenti di dimostrare di essere effettivamente in possesso delle skill – per ora prettamente tecniche – riportate sul proprio profilo.

Gli utenti interessati a certificare le proprie abilità, dunque, potranno chiedere di effettuare i test a risposta multipla presenti sulla piattaforma. Se questi vanno a buon fine allora il sito assegna un badge (una sorta di titolo di riconoscimento) che potrà essere esibito in bella mostra nella pagina del profilo. Il botton per poter effettuare i test compariranno accanto alla sezione delle competenze.

Il badge ottenuto in caso di esito positivo del test ha validità di un anno, trascorso questo periodo l’utente sarà chiamato ad effettuare nuovamente una prova se vuole conservare la certificazione. Chi non riesce a superare i test, o a non ottenere un risultato positivo, avrà la possibilità di ripeterlo una volta trascorsi tre mesi.

L’introduzione di questi test ha come obiettivo quello di migliorare l’esperienza su LinkedIn di lavoratori e aziende. I professionisti, in questo modo, potranno infatti dimostrare di essere effettivamente qualificati e specializzati nelle aree di loro competenza. Questo, di conseguenza, permetterà loro di distinguersi dalla concorrenza, aumentando le possibilità di trovare lavoro e/o di fare carriera.

Le aziende, d’altro canto, grazie a questo nuovo servizio risparmieranno tempo (che si traduce in denaro), puntando direttamente sui candidati che più sono in linea con i profili ricercati. I recruiter, infatti, potranno affinare la loro ricerca filtrando direttamente i profili “certificati” e chiamando a colloquio solo coloro i quali hanno già dato prova di avere le carte in regola per ricoprire una determinata posizione.

Non è la prima volta che LinkedIn si lancia in un’impresa simile. Diversi anni fa, per esempio la piattaforma aveva messo a disposizione degli utenti dei test in grado di facilitare la ricerca del lavoro (suggerendo loro gli annunci più conformi al loro profilo).

I test messi a disposizione da LinkedIn, ad oggi, sono gratuiti e in lingua inglese. In questa prima fase, inoltre, la piattaforma ha messo a disposizione degli utenti delle prove predisposte alla verifica di sole 75 abilità. L’obiettivo, come ha spiegato Emrecan Dogan, product manager del team, è quello di estendere il servizio a più persone possibile e di arrivare a diversi paesi del mondo.

 

 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

LinkedIn adesso ti chiede di dimostrare le tue skill e competenze