Le 10 destinazioni migliori per chi ha il telelavoro

C'è chi preferisce località balneari e chi grandi metropoli. I nomadi digitali prediligono Europa e Thailandia

Vestiti e computer in valigia, addio ufficio. I nomadi digitali sono un popolo in crescita e in continuo movimento, insofferenti della routine e abilissimi nello sfruttare le possibilità professionali sul web e le opportunità delle latitudini del pianeta a basso costo e alta tecnologia. Con il telelavoro arrivano ovunque e non hanno bisogno di un posto fisso per lavorare. Ma quali sono le loro mete preferite? Ecco la top ten di Nomad List.

  • Budapest, Ungheria – La capitale ungherese coniuga un costo della vita ragionevole a una vocazione a investire nelle nuove tecnologie.
  • Bangkok, Thailandia – La capitale thailandese offre infrastrutture moderne e garantisce una discreta qualità di vita. E, soprattutto, ha un’ottima rete 4G, strumento indispensabile per chi lavora online.
  • Gran Canaria, Spagna – Si può lavorare in totale rilassatezza, sposando il ritmo di vita dei locali e allo stesso tempo godendo dei vantaggi di essere in un Paese europeo avanzato.
  • Obninsk, Russia – E’ poco nota, ma la cittadina nel cuore della Russia europea è molto popolare tra i nomadi digitali. Un po’ perche tra i componenti del gruppo ci sono molti russi, un po’ perche offre i vantaggi delle città del Europa orientale ed è molto vicina a Mosca
  • Chiang Mai, Thailandia – Ha i pregi di Bangkok, ma offre un ambiente urbano meno caotico
  • Novi Sad, Serbia – Un’altra cittadina dell’Est europeo. Risorta dopo le durezze della guerra, ha una posizione invidiabile per qualsiasi nomade digitale, anche se paga un po’ di isolamento culturale.
  • Jeju, Corea del Sud -La Corea del Sud è uno dei Paesi che combinano le migliori caratteristiche per un nomade digitale. Spazi condivisi a disposizione, connessioni internet ultraveloci a basso costo, una vocazione nazionale al progresso e alle industrie innovative.
  • Windsor, Canada – Al confine con gli Stati Uniti, è l’unica cittadina occidentale nella top ten di Nomad List. I nomadi digitali la prediligono per via della sua posizione, che ne rende il clima invidiabile (è la più meridionale del Paese), per i servizi, eccellenti come in tutto il Canada e per una comunità di esperti informatici altamente specializzata.
  • Ubud, Indonesia -Ospita uno dei primi spazi condivisi per telelavoratori al mondo, il celebre Hubud.
  • Padova, Italia – Senza andare oltre-confine, Padova offre un ambiente tranquillo ma non spento, un contesto culturale affascinante senza il caos delle metropoli.

Leggi anche:
Smart working, i pro e i contro per i lavoratori e l’azienda
Addio telelavoro, debutta lo smart working. Tutte le novità
Partite Iva, maternità e malattia: in arrivo nuove tutele per i lavoratori autonomi
Niente orari, né ufficio: contano i risultati

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Le 10 destinazioni migliori per chi ha il telelavoro