Lavoro, Poletti: i dati di agosto sono positivi

(Teleborsa) – Altro che voucher e lavori occasionali, è il lavoro dipendente stabile ad essere in aumento. La conferma, asserisce il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, arriva dai dati di agosto sulla disoccupazione diffusi stamane dall’Istat. Con questa statistica “vengono smentite le illazioni secondo cui l’aumento dell’occupazione sarebbe riferito principalmente ai voucher o a lavori occasionali, poiché si evidenzia che oltre il 90% dei lavoratori si colloca nelle fasce orarie più alte della rilevazione. In particolare, gli occupati che lavorano per più di 32 ore settimanali sono il 68,5% del totale, con un aumento di quasi 3 punti percentuali rispetto al dato del secondo trimestre 2015”.

“Si conferma lo spostamento dell’occupazione verso il lavoro dipendente stabile che, con l’eliminazione delle collaborazioni irregolari, costituisce uno degli obiettivi principali del Jobs Act: rispetto ad agosto 2015, infatti, i dipendenti permanenti aumentano di 253mila unità. Nello stesso periodo, ed è un dato altrettanto importante, gli inattivi diminuiscono di quasi 300mila unità”, aggiunge il ministro sottolineando che è “positivo anche il dato sul tasso della disoccupazione giovanile che, pur restando sempre troppo elevato, diminuisce di 0,4 punti percentuali. Dall’insediamento del governo Renzi, gli occupati sono 589mila in più: erano 22milioni e 179mila, oggi sono 22milioni e 768mila”, ha concluso.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lavoro, Poletti: i dati di agosto sono positivi