Lavoro, per oltre 40% dei dipendenti retribuzione sotto i 15mila euro annui

Al Sud la percentuale sale al 55,1%. Lo dicono i dati Inps

(Teleborsa) Quando si parla di retribuzioni nel nostro paese c’è davvero poco da stare allegri. Nell’anno 2017, oltre il 40% dei lavoratori dipendenti presenta una retribuzione inferiore a 15 mila euro.  Tale incidenza varia significativamente per  genere (per le donne è il 51,2% contro il 32,2% degli uomini),  territorio (55,1% per Sud e Isole contro il 33,4% del Nord e il 42,1% del Centro), e cittadinanza (57,4% per gli extracomunitari contro il 38,7% dei comunitari). Lo dicono i dati dell’Inps. Dunque, a pagare il prezzo più alto, come spesso accade, donne, Sud ed extracomunitari.

Una variabilità che dipende in larga misura dalla diversa incidenza, per tali caratteristiche, dei lavoratori full-time/part-time e dei lavoratori a tempo indeterminato/a termine. Analizzando esclusivamente i dipendenti full-time retribuiti per l’intero anno si registra una riduzione significativa di tali differenze. E’ quindi la diversa partecipazione all’attività produttiva (per giornate lavorate o per orari giornalieri) a provocare le differenze primarie nelle retribuzioni annue.
Esaminando invece la distribuzione per cittadinanza si evince che il peso degli extracomunitari, nel complesso pari all’8,6%, è nettamente maggiore nelle classi retributive inferiori: 12% nella classe fino a 5 mila euro, 13,9% nella classe da 5 a 10 mila, 10,8% nella classe da 10 a 15 mila e 10,5% nella classe da 15 a 20 mila euro; mentre è del tutto marginale (con una percentuale intorno all’1%) nelle classi di importo più alte (a partire dai 40 mila euro).
Sempre con riferimento ai dipendenti full time che hanno lavorato per l’intero anno, quelli con le retribuzioni più elevate (a partire dai 40 mila euro) pesano particolarmente nei settori estrattivo (60,5%), dell’energia (65,9%) e della finanza e assicurazioni (67,6%). Al contrario, i dipendenti con retribuzioni più basse (sotto i 25 mila euro) incidono soprattutto nei settori delle costruzioni (46,4%), dell’alloggio e ristorazione (66,1%), delle agenzie viaggio e servizi alle imprese e noleggio (51,6%) e delle altre attività dei servizi (54,1%).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lavoro, per oltre 40% dei dipendenti retribuzione sotto i 15mila euro ...