Lavoro: ora è possibile licenziare tramite WhatsApp, lo stabilisce il tribunale

La dipendente di un'azienda siciliana è stata licenziata con un messaggio su WhatsApp. Il Tribunale dà ragione al datore di lavoro

Essere licenziati con un messaggio su WhatsApp. È successo ad una dipendente di un’azienda siciliana e, secondo i giudici, si tratta di un licenziamento del tutto valido. La donna ha appreso la brutta notizia leggendo un messaggio sul popolare social network, dove, solitamente, si condividono chattate, video e foto con amici e colleghi.

La comunicazione arrivava proprio dal suo datore di lavoro, che la informava di aver perso il posto. La dipendente ha immediatamente fatto ricorso, ma – a sorpresa – il Tribunale civile di Catania ha ritenuto che il licenziamento intimato su WhatsApp assolvesse l’onere della forma scritta, “trattandosi di un documento informatico“.

La sentenza che fa discutere arriva dal Giudice del lavoro, Mario Fiorentino, che ha rigettato il ricorso presentato dalla donna licenziata sulla chat tramite la popolare applicazione di messaggistica. Stando a quanto si legge nell’ordinanza, “la modalità utilizzata dal datore di lavoro nel caso di fattispecie appare idonea ad assolvere ai requisiti formali in esame, in quanto la volontà di licenziare è stata comunicata per iscritto alla lavoratrice in maniera inequivoca come del resto dimostra la reazione da subito manifesta dalla predetta parte”.

Il Tribunale ha quindi dichiarato il ricorso inammissibile, stabilendo così che è lecito licenziare un dipendente con un messaggio sui social network. Si tratta del primo caso in Italia e il timore di molti lavoratori è che possa diventare la prassi. Da tempo i social network hanno contribuito a far saltare molti posto di lavoro. L’ultimo caso a Termoli, in provincia di Campobasso, dove un dipendente si è prima beccato una sospensione di due giorni per alcuni post pubblicati su Facebook e ritenuti offensivi dall’azienda in cui lavorava, per poi essere licenziato per presunti accessi al social durante l’orario di lavoro.

Lavoro: ora è possibile licenziare tramite WhatsApp, lo stabilisce il tribunale
Lavoro: ora è possibile licenziare tramite WhatsApp, lo stabilisce il...