Lavoro, nel primo semestre -40% aziende con cassa integrazione

Da quasi 7 mila dello scorso anno a poco più di 4 mila

(Teleborsa) Buone notizie per aziende e lavoratori. Nei primi sei mesi del 2016, solamente poco più di 4 mila aziende hanno fatto ricorso ad ammortizzatori sociali, a fronte delle quasi 7 mila dell’analogo periodo dello scorso anno, con un calo dunque del 40%. E’ quanto rende noto l’Osservatorio statistico dei consulenti del lavoro, che ha esaminato i decreti ministeriali che autorizzano le imprese all’utilizzo della cassa integrazione. “Per la prima volta dopo 4 semestri in costante crescita – si legge – i dati tornano a diminuire”. Fino a giugno, riferiscono i consulenti, “sono stati emanati dal Ministero del Lavoro 2.347 decreti di Cassa integrazione guadagni straordinaria (Cigs) per 4.116 unita’ produttive, registrando rispetto al primo semestre del 2015 una flessione del 36,6% del numero di decreti e del 40,5%” della cifra complessiva di aziende.

La performance del 2016 rappresenta quindi una inversione di tendenza.  Le ragioni del calo sono riconducibili “ad uno stato economico migliore delle aziende italiane e ad una maggiore responsabilita’ delle imprese nell’utilizzo della cassa integrazione, alla luce delle nuove regole” introdotte a partire dal settembre 2015. Nel primo semestre 2016, in oltre la meta’ delle imprese sono stati inseriti Contratti di solidarieta’ e i decreti per crisi aziendali concernevano “il 30% del totale delle unita’ produttive interessate“.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lavoro, nel primo semestre -40% aziende con cassa integrazione