Lavoro: mettersi in proprio superando il terrore di non farcela

Come mettersi in proprio seguendo facili step che ti condurranno al successo

In questi periodi di incertezza economica e lavorativa, mettersi in proprio potrebbe rappresentare una buona alternativa. Prima di avviare qualsiasi attività imprenditoriale è bene stendere un business plan: analizzate i competitors del settore, studiate il profilo del vostro cliente ideale, valutate l’elemento del vostro servizio o prodotto che potrebbe fare la differenza rispetto a quelli già presenti.

Chiedete aiuto ad un commercialista per avviare l’attività seguendo i giusti passi. Prima di mettersi in proprio è necessario impostare un piano d’azione: nello specifico si dovrà scegliere una formula giuridica per l’attività, considerare la possibilità di accedere ai contributi, usufruire di agevolazioni, scegliere un locale, contattare i fornitori, selezionare eventuali professionisti con cui collaborare.

A questo punto è fondamentale partire con una strategia di marketing accuratamente studiata a tavolino. Questa è un’altra fase delicata, perché al contrario del lavoro dipendente, mettersi in proprio significa conquistarsi da soli una nicchia sul mercato. Una buona azione di marketing dovrà considerare non solo la pubblicità cartacea, ma soprattutto quella sul web, dai social alla costruzione di un sito internet.

Una volta avviata l’attività, iniziate a testare i primi risultati, modificando di volta in volta il tiro. L’azienda è nelle vostre mani, dovete curarla come una vostra creazione, è proprio questo l’aspetto stimolante di mettersi in proprio. Non arrendetevi alle prime difficoltà, è del tutto normale che all’inizio gli investimenti sembrino insormontabili. Sfruttate ogni occasione per presentare la vostra azienda e creare contatti.

Gestite e organizzate il vostro tempo, datevi orari e scadenze per evitare di ritrovarvi indietro con le consegne. Imparate a ritagliarvi dei momenti per ricaricare le energie, vi sarà utile per stimolare la creatività e tenere a bada ansia e stress. Mettersi in proprio richiede tanto lavoro nella fase iniziale, ma una volta avviata l’attività potrete godere dei benefici che non tarderanno ad arrivare.

Immagini: Depositphotos

Leggi anche:
Lavoro: 5 domande da farsi prima di mettersi in proprio
Come avviare un e-Commerce: regole, costi e burocrazia

Lavoro: mettersi in proprio superando il terrore di non farcela