Lavoro, Landini: “Serve riforma ammortizzatori e proroga blocco licenziamenti”

(Teleborsa) – Governo, Landini: blocco licenziamenti e protezione lavoratori o sarà bomba sociale “Vogliamo rimettere al centro il lavoro e anche la

La riforma del lavoro e, nell’immediato, la proroga del blocco dei licenziamenti, altrimenti si rischia una “bomba sociale”. Il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, ospite della trasmissione “In Mezz’ora in più” su Rai 3 indica le priorità del dibattito con il governo, in vista dell’incontro di Mario Draghi con le parti sociali.

“Vogliamo rimettere al centro il lavoro, e anche la qualità del lavoro stesso”, afferma il sindacalista, sollecitando una riforma degli ammortizzatori sociali che colga le tipicità dei vari settori produttivi e la fine della precarietà.

“Prima di vedere come va a finire, la giocherei la partita della proroga del blocco dei licenziamenti”, sottolinea Landini, spiegando che va inquadrata nell’ambito della riforma degli ammortizzatori sociali.

Il leader della Cgil è “d’accordo con Draghi” nel dire “basta con la politica degli incentivi”, ma “servono politiche attive per il lavoro” e “dare dignità al lavoro”. “Se una persona che lavora è povera, vuol dire che il sistema non funziona”, afferma Landini, ribadendo che il reddito di cittadinanza serve per combattere la povertà, non è una politica attiva per il lavoro.

Quanto al fisco, Landini no alla Flat tax in favore di una tassazione progressiva. “La riforma fiscale – afferma – deve essere a vantaggio del mondo del lavoro e dei suoi diritti” ed “è giusto rimettere mano al sistema fiscale, ma non nell’idea che tutti pagano meno, ma nell’idea che tutti pagano combattendo l’evasione fiscale. Ognuno deve pagare in base a quello che ha e alla sua capacità contributiva”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lavoro, Landini: “Serve riforma ammortizzatori e proroga blocco ...