Lavoro, Ispettorato: irregolari due aziende su tre. Poletti: “Rafforzare la vigilanza”

Lo dice il rapporto dell'Ispettorato nazionale del lavoro

(Teleborsa)  Circa due aziende su tre sono irregolari. Oltre 180mila controlli condotti, di cui oltre 160mila specificatamente finalizzati alla verifica della regolarità dei rapporti di lavoro. Dagli accertamenti conclusi risultano 103.498 aziende irregolari che evidenziano un tasso di irregolarità pari al 65%. Sono alcuni dei dati che emergono dall’attività di vigilanza condotta nel 2017 dall’Ispettorato nazionale del Lavoro.

OBIETTIVI: CONTRASTARE LAVORO NERO E LOTTA ALL’EVASIONE – Per il 2018 saranno lavoro nero, caporalato, logistica, trasporto, false cooperative, tirocini, distacco transnazionale alcuni dei settori prioritari di intervento  con la finalità di potenziare il contrasto dei fenomeni del lavoro sommerso ed irregolare e la lotta all’evasione ed elusione contributiva.
E’ stato Paolo Pennesi, capo dell’ispettorato, ad illustrare IL documento di programmazione dell’attività nel corso della riunione della commissione centrale di coordinamento dell’attività di vigilanza che si è svolta ieri mattina alla presenza del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti.
Poletti: “Rafforzare la vigilanza” – “Sulla scorta dei risultati del primo anno di attività dell’ispettorato – ha detto il ministro- dobbiamo ulteriormente qualificarne l’ attività di vigilanza, anche attraverso un rafforzamento della capacità di intervento: per questo ci siamo attivati, in linea con quanto previsto in legge di bilancio in tema di lavoro nella pubblica amministrazione, per richiedere l’assunzione di 150 nuovi ispettori“.
DUE AZIENDE SU TRE IRREGOLARI – Numeri alla mano, sono stati oltre 180mila controlli di cui oltre 160mila specificatamente finalizzati alla verifica della regolarità dei rapporti di lavoro. Risultano 103.498 aziende irregolari che evidenziano un tasso di irregolarità pari al 65%. Circa due aziende su tre sono state trovate in una situazione di irregolarità.
LAVORO? SEMPRE PIU’ NERO – Inoltre, il numero dei lavoratori irregolari, pari a 252.659, presenta un consistente incremento, pari al 36% rispetto al dato del 2016. Gli accertamenti finalizzati al contrasto del lavoro sommerso hanno portato, inoltre, alla individuazione di 48.073 lavoratori in nero e cioè un lavoratore in nero ogni 2 aziende irregolari.
Lavoro, Ispettorato: irregolari due aziende su tre. Poletti: “Ra...