Lavoro: finito l’effetto sgravi, nessuno assume più in Italia

Da inizio anno i datori di lavoro hanno smesso di assumere nuovo personale

Da inizio anno i datori di lavoro hanno smesso di assumere nuovo personale. È quanto evidenzia il rapporto dell’Inps sul precariato, da cui emerge come il numero di assunzioni nel settore privato sia calato nei primi due mesi del 2016. A febbraio le assunzioni sono state pari a 341 mila unità, per una flessione del 12% (-48 mila) rispetto al 2015. A gennaio il calo era risultato del -17%.

CROLLANO I CONTRATTI A TEMPO INDETERMINATO – Questo rallentamento ha coinvolto essenzialmente i contratti a tempo indeterminato, che sono crollati del 33% (46 mila assunzioni in meno) rispetto all’anno scorso. In leggera discesa poi, le assunzioni con contratto di apprendistato, quasi 15.000 con un -3% (ma nel primo bimestre il saldo è attivo del 4,5%).

AUMENTA IL RICORSO AI VOUCHER – Nel primo bimestre 2016 sono stati venduti 19,6 milioni di voucher destinati al pagamento delle prestazioni di lavoro accessorio, del valore nominale di 10 euro, con un incremento, rispetto al primo bimestre 2015, pari al + 45%. “La misura dell’agevolazione prevede l’abbattimento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro (esclusi i premi INAIL) in misura pari al 40% (entro il limite annuo di 3.250 euro) per un biennio”.

MENO CESSAZIONI – Le due sole magre consolazioni che si possono evincere dal rapporto dell’Inps vengono dal lato dei licenziamenti e dall’andamento del mercato occupazionale su base annuale. Le cessazioni lavorative sono risultate in calo a febbraio, del 7%, senza variazioni su base annua. Il saldo fra assunzioni e cessazioni, poi, risulta positivo di 529mila unità nei dodici mesi che vanno dal marzo 2015 al febbraio di quest’anno.

Leggi anche:
Lavoro, l’effetto Jobs Act è già finito
Bankitalia: “Lavoro riparte per gli incentivi, non per il Jobs Act”
Jobs Act, sgravi anche nel 2016. Ma solo se lo stipendio è basso
Jobs Act in sintesi. I contenuti del ddl lavoro in un’infografica
Jobs Act: c’è il controllo a distanza sui dipendenti
Jobs act e demansionamento: come difendersi
Cambiare lavoro ai tempi del Jobs act: tutele addio, come difendersi?
Contratto a tutele crescenti: cosa succede a chi cambia lavoro
Jobs Act: sanzioni e risarcimenti nei casi di licenziamento illegittimo

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lavoro: finito l’effetto sgravi, nessuno assume più in Ita...