Lavoro domestico, entro lunedì il versamento dei contributi

È fissato per lunedì 10 aprile il termine ultimo per i datori di lavoro domestico che devono versare i contributi per il primo trimestre del 2017

Il 10 aprile 2017 è una data importante per chi in Italia è datore di lavoro domestico: è l’ultimo giorno per versare i contributi per i lavoratori domestici, una situazione lavorativa speciale, che porta allo Stato un volume economico notevole. Secondo le stime le famiglie italiane verseranno circa 250 milioni di euro: il 46% sarà versato per i lavoratori domestici inquadrati come assistenti familiari, quelli che noi comunemente chiamiamo badanti, e che in Italia si prendono cura di anziani e di persone non auto-sufficienti o con gravi handicap. Ma non solo per loro: anche per colf, giardinieri, babysitter, tate e maggiordomi.

I contributi sono versati dai datori di lavoro domestico ogni trimestre. Sono cittadini privati che dichiarano di avere alle loro dipendenze delle persone che aiutano in casa per le faccende domestiche, che si prendono cura di anziani, di persone con gravi disabilità e anche di bambini: collaboratori domestici e baby sitter, tate e badanti che prestano servizio presso famiglie a volte anche 24 ore su 24, in base al bisogno di ogni singola famiglia. Questi dipendenti sono regolarmente iscritti e messi in regola, per cui occorre pagare i contributi pensionistici anche per loro. Un giro di milioni di euro che favorisce il circolo di denaro all’interno dell’economia nazionale e che mira all’eliminazione del lavoro nero con politiche di defiscalizzazione pensata ad hoc e per una completa regolarizzazione anche di questi lavoratori. Al sud Italia, infatti, risultano ancora lavoratori domestici non regolamentati, per questo la politica sociale cerca di favorirne la regolarizzazione soprattutto con agevolazioni fiscali.

Chi ha alle sue dipendenze un lavoratore speciale, diventa un vero e proprio datore di lavoro, ma per la natura stessa del lavoro risulta essere un contratto con regole sui generis, basato su un vincolo fiduciario personale, cosa che rende il licenziamento possibile senza applicare le tutele del licenziamento previste però dalla legge 604/1966 (analizzabile ovviamente caso per caso).

Quindi chi ha alle dipendenze dei lavoratori speciali ha tempo solo fino a lunedì 10 aprile per regolarizzare la sua posizione contributiva. Per il prossimo versamento bisognerà segnare la scadenza sull’agenda per il mese di luglio 2017.

Lavoro domestico, entro lunedì il versamento dei contributi