Lavoro, disoccupazione: ad agosto scende al 9,7%, in lieve aumento quella giovanile

Record di contratti a termine: lo dicono i dati Istat

(Teleborsa) Il mercato del lavoro registra qualche incoraggiante punto a favore anche se a livello generale vive ancora una fase di incertezza e instabilità. La buona notizia è che ad agosto, infatti, il tasso di disoccupazione scende al 9,7% (-0,4 punti percentuali su base mensile) collocandosi dunque ai minimi dal 2012. E’ la stima preliminare dell’Istat.

Per il secondo mese consecutivo, la stima delle persone in cerca di occupazione è in forte diminuzione (-4,5%, pari a -119 mila unità). Il calo della disoccupazione si distribuisce su entrambe le componenti di genere e tutte le classi di età.
Sempre ad agosto si stima un aumento degli inattivi tra i 15 e i 64 anni (+0,3%, pari a +46 mila unità). L’aumento coinvolge principalmente gli uomini e si distribuisce in tutte le classi di età ad eccezione dei 35-49enni. Il tasso di inattività sale al 34,5% (+0,1 punti percentuali.

Nei dodici mesi, a fronte della crescita degli occupati si stima un forte calo dei disoccupati (-14,8%, pari a -438 mila) e un lieve aumento degli inattivi tra i 15 e i 64 anni (+0,3%, +37 mila)

Renzi esulta: “Merito del Jobs Act” – Sul calo della disoccupazione interviene su Twitter Matteo Renzi, che attribuisce il risultato alla sua riforma del lavoro: “Quindi il JobsAct ha portato per la prima volta dopo anni la disoccupazione sotto il 10%. Siamo partiti dal 13.2% e adesso siamo al 9.7%. Ora vedremo che succede appena Di Maio abolisce la povertà.”

IN LIEVE AUMENTO DISOCCUPAZIONE GIOVANILE – Ma c’è anche una notizia decisamente meno buona che riguarda il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) che, invece, cresce di 0,2% percentuali attestandosi al 31%.

Boom contratti a termine – È record dall’inizio delle serie storiche, cioè dal 1992,   per il lavoro a termine ad agosto: nel mese preso in considerazione – rileva ancora l’Istat – gli occupati a tempo determinato erano 3.143.000 con una crescita di 45.000 unità (+1,5%) su luglio e di 351.000 unità (+12,6%) su agosto 2017.

IL QUADRO GENERALE – Mettendo il naso fuori dai confini di casa nostra, buone notizie all’orizzonte. La disoccupazione dell’Eurozona, infatti, ad agosto è stata dell’8,1%, al minimo da novembre 2008. Lo dicono i dati Eurostat. Il tasso è sceso dall’8,2% di luglio e dal 9% di un anno fa. Nei 28 i disoccupati sono al 6,8%, record da aprile 2008, invariati rispetto a luglio e in calo dal 7,5% di agosto 2017. L‘Italia, con il 9,7%, ha il terzo tasso di disoccupazione più alto, preceduta da Grecia (19,1% a giugno) e Spagna (15,2%) e seguita dalla Francia (9,3%).

I paesi con meno disoccupati sono, invece, Repubblica Ceca (2,5%), Germania e Polonia (3,4%).

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lavoro, disoccupazione: ad agosto scende al 9,7%, in lieve aumento que...