Lavoratori stranieri, sono pagati meno degli italiani

Anche il tasso di disoccupazione è superiore alla media nazionale: 11,4%

I lavoratori stranieri sono sensibilmente pagati meno degli italiani – mediamente 319 euro al mese – e il livello di disoccupazione è del 11,4% contro una media nazionale attorno all’8,4%.

I dati sono emersi da una ricerca effettuata dalla Cgia di Mestre sul livello retributivo e occupazionale degli stranieri regolarmente presenti in Italia. Dal lavoro emerge che gli immigrati percepiscono mediamente 965 euro al mese, 319 in meno degli italiani.

“Questo differenziale – spiega il segretario della Cgia, Giuseppe Bortolussi – è dovuto al fatto che l’esperienza lavorativa tra gli immigrati è mediamente inferiore di quella maturata dagli italiani. Pertanto, i primi hanno scatti di anzianità più contenuti dei secondi”.

Il tasso di disoccupazione degli stranieri ha raggiunto, come già visto, l’11,4%. A livello regionale è la Basilicata la Ragione che presenta la percentuale di disoccupati più elevata (18,9%). Seguono il Piemonte/Valle d’Aosta (15,4%), la Liguria (13,8%), l’Abruzzo (13,6%) e il Friuli Venezia Giulia (13,2%).

Dall’inizio della crisi a oggi, sono quasi 110.000 gli stranieri che hanno perso il posto di lavoro. I numero complessivo degli immigrati alla ricerca di un posto di lavoro si attesta attorno alle 265mile unità.

Lavoratori stranieri, sono pagati meno degli italiani