La supplica del dirigente pagato per non fare nulla: “Fatemi lavorare”

La vicenda di un dirigente della forestale della Regione Calabria

In un’Italia di statali assenteisti e dirigenti fannulloni, spicca la supplica di Leandro Vittorio Savio, dirigente dell’Afor, l’Agenzia della forestazione della Regione Calabria (ora Calabria Verde), pagato lautamente per non fare nulla: “Fatemi lavorare”.

La sua storia è raccontata da il Sole24Ore: il nome del dirigente finisce per puro caso nell’indagine Mammasantissima della Dda di Reggio Calabria, che riguarda le assunzioni pilotate sponsorizzate dal senatore Antonio Stefano Caridi, le cui funzioni avrebbe contribuito a piegare verso interessi di parte in grado di provocare vantaggi ed utilità personali, professionali e patrimoniali.

Il Sole24ore specifica che Savio non è assolutamente indagato né coinvolto nelle indagini e anzi il suo ruolo di fustigatore dei cattivi costumi emerge con chiarezza.

LA VICENDA – Quando il dirigente, anche se vincitore di concorso, non viene confermato nel suo ruolo, contatta Caridi per essere reintegrato nel ruolo, minacciando più volte di sporgere denuncia per abuso d’ufficio contro gli organi della Regione Calabria. A seguito delle minacce, gli viene assegnato a Reggio Calabria un posto di dirigente “senza settore”, per tre anni, a partire dal 1° novembre 2011. In pratica viene parcheggiato in un posto, dove materialmente non gli viene consentito di lavorare ma dal quale può tranquillamente assistere agli scandali dell’Agenzia dei forestali e all’endemico assenteismo. Per la modica cifra di quattromila euro al mese.

Leggi anche:
Mai una assenza in 42 anni: la storia di Tina, impiegata record
Tutto sull’assenteismo
PA, pugno duro contro gli assenteisti: licenziamento in tronco entro due giorni
Ancora furbetti del cartellino, 21 sospesi all’Asl di Avellino
Visita fiscale e malattia, novità 2016. Tutto ciò che serve sapere
Malattie brevi non pagate per arginare l’assenteismo, una novità che fa polemica
Malessere e assenteismo in ufficio? Tutta colpa dell’open space

La supplica del dirigente pagato per non fare nulla: “Fatemi lavorare”
La supplica del dirigente pagato per non fare nulla: “Fatemi&nbs...