La Calabria è la regione d’Europa con più giovani disoccupati

Lo dice il rapporto di Eurostat. Male anche Sicilia e Sardegna

Più della metà dei ragazzi calabresi tra i 15 e i 24 anni non lavora.

È questo il triste e preoccupante dato che è emerso dal rapporto di Eurostat, l’Ufficio Statistico della Comunità Europea che raccoglie ed elabora i dati dell’Unione Europea a fini statistici, diffuso ieri, giovedì 27 aprile, inerente all’anno scorso.

La Calabria, infatti, con il suo 58,7% di tasso di disoccupazione giovanile, è la regione europea con la più alta concentrazione di giovani non impiegati.

Peggio hanno fatto ‘solo’ due territori spagnoli che, però, si trovano in Marocco: Ceuta (69,1%) e Melilla (63,3%).

Dietro alla Calabria si è posizionata un’altra regione della Spagna, l’Andalusia con il 57,9%.

Ma i dispiaceri per l’Italia non finiscono qui, perché al quinto posto c’è la Sicilia con il 57,2% di disoccupazione giovanile e, subito dopo la Sardegna con il 56,3%.

Seguono, poi, Mayotte (territorio francese d’oltremare tra il Mozambico e il Madagascar, al 54,5%), Macedonia Anatolica, Tracia, Tessaglia e Grecia Centrale.

Invece, i tassi di disoccupazione giovanili più bassi si sono riscontrati in Germania: in Svevia, dove si è rilevata una soglia dell’appena 4,3%; ad Oberbayern, il distretto dell’Alta Baviera, con il 4,6%; a Tübingen, dove si trova una famosa e antica università, sempre col 4,6%.

In pratica, ben nove su dieci delle Regioni con la più bassa disoccupazione giovanile d’Europa si trovano in Germania e una nel Regno Unito.

La Calabria è la regione d’Europa con più giovani disoccupati
La Calabria è la regione d’Europa con più giovani disoccu...